Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Giarre, apertura del McDonald's prevista a ottobre
Tempi più lunghi per la bretella tra statale e A18

A MeridioNews l'assessore Dario Li Mura parla dell'avanzamento del progetto. La società Etnafood ha pubblicato intanto l'annuncio per la ricerca del personale. Per la realizzazione della strada che dovrebbe agevolare la viabilità bisogna attendere

Marta Silvestre

Foto di: Darshan Gajara

Foto di: Darshan Gajara

«Manca davvero poco e troveremo le patatine fritte e gli hamburger». Non esagera l'assessore alle Attività produttive del Comune di Giarre Dario Li Mura quando fa il punto sul McDonald's - con tanto di servizio McDrive - in costruzione a ridosso della rotatoria di via Luminaria, di fronte alla barriera autostradale di Trepunti. Lo scorso lunedì 7 settembre, il sindaco Angelo D'Anna ha incontrato il gestore dei punti vendita per la Sicilia Pietro Vadalà. «È stato un incontro cordiale e proficuo - dice il primo cittadino giarrese - nel corso del quale è stato illustrato il progetto in itinere e i vari step previsti fino all'apertura». Che, senza essere troppo ottimisti, potrebbe avvenire già entro il mese di ottobre. I lavori vanno avanti da circa due mesi e dallo scheletro all'infrastruttura si è passati in poco tempo. 

Adesso, la società Etnafood Srl - che si occupa della promozione e della gestione dei McDonald's in Sicilia e Calabria - ha già pubblicato l'annuncio per la ricerca del personale da impiegare nel fast food. La selezione è aperta per una quarantina di posizioni tra camerieri, addetti alla sala, alla cassa e alla cucina, hostess e steward, ma anche responsabili. Possono inviare il proprio curriculum (nella sezione "Lavora con noi" del sito www.etnafoodsrl.it) anche candidati senza una pregressa specifica esperienza

«Ringrazio McDonald's per l’impegno economico e la rapidità di esecuzione dell'opera - sottolinea il sindaco D'Anna - che presto consentirà di potere dare un’occupazione anche a tanti giovani giarresi. Di McDonald’s a Giarre si parlava da oltre un decennio ma oggi un clima più favorevole alla libera iniziativa imprenditoriale ha consentito di concretizzare l'obiettivo». Nessuna preoccupazione per una eventuale concorrenza, almeno fino a questo momento, è stata manifestata dai ristoratori giarresi. «Non credo che l'apertura di questofast food possa incidere particolarmente sulla dinamiche e sulla clientela delle altre attività di ristorazione che si trovano nel centro cittadino - commenta l'assessore Li Mura - Nel punto in cui sarà collocato, il McDonald's risponderà a esigenze di tipo diverso, soprattutto per chi è di passaggio».

Durante la riunione è stato affrontato anche il discorso relativo alla bretella di collegamento tra l'uscita dell'autostrada e la strada statale 114. Uno snodo fondamentale per la cittadina che, già in tempi non sospetti rispetto all'apertura del fast food, avrebbe avuto bisogno di uno sbocco ulteriore per il traffico. «I lavori per la bretella sono nella fase di progettazione - assicura a MeridioNews l'assessore ai Lavori pubblici Franco Di Rao - Dopo un atto di interpello di un ingegnere del Comune di Sant'Alfio, adesso c'è l'incarico a un ingegnere dell'ente comunale di Giarre». 

L'auspicio, oramai già svanito, era che si arrivasse a inaugurare le due cose contemporaneamente. «Il progettista incaricato è l'unico nell'area dei Lavori pubblici del Comune e, al momento, è impegnato nella scadenza di alcuni bandi - spiega Di Rao - Ci sono sempre emergenze che fanno slittare la questione ma sappiamo che poi, materialmente, bastano 15 giorni di lavoro prima di passare alla fase successiva dell'Urbanistica». Insomma, i tempi di realizzazione non saranno brevi. «Un po' di tempo ci vorrà - ammette l'assessore - Abbiamo già perso due anni ma, adesso, proviamo a guardare al futuro». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×