Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Sparatoria Librino, procura ferma cinque persone
Ad agire sarebbero stati uomini dei Cursoti Milanesi

I carabinieri hanno notificato il provvedimento della procura nei confronti di chi avrebbe aperto il fuoco in viale Grimaldi. All'origine dell'agguato ci sarebbero stati rancori tra gruppi criminali

Redazione

Foto di: Luisa Santangelo

Foto di: Luisa Santangelo

Cinque persone sono state fermate per il duplice omicidio di viale Grimaldi, a Librino. I provvedimenti della procura distrettuale sono arrivati al culmine delle indagini dei carabinieri, su quanto accaduto la sera del 9 agosto. A perdere la vita erano stati il 28enne Enzo Scalia e il 48enne Luciano D'Alessandro. Altre quattro persone erano rimaste ferite. 

Per gli inquirenti, la sparatoria sarebbe nata da contrasti tra contrapposte organizzazioni criminali. Rancori personali sconfinati nel sangue. L'accusa nei confronti delle cinque persone è di duplice omicidio e tentati omicidi. Sono tutte ritenute vicine al clan dei Cursoti Milanesi. Si attende l'udienza di convalida del fermo prevista per questa mattina.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×