Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Acitrezza, il Centro studi ripulisce gli scogli
Ritrovato un frigorifero nel vecchio acquario

Sabato mattina i membri del Centro studi trezzoto si sono dati da fare, occupandosi di un pezzo caratteristico della costa dei Malavoglia: l'acquario. «E' una vasca in pietra lavica realizzata nel dopoguerra dall'ingegno di uno spaccapietre», spiegano i volontari, che all'interno hanno trovato plastica, carta, polistirolo, un copertone e rifiuti speciali. E, alla fine della pulizia, hanno sparso semi di finocchio marino sugli scogli

Redazione

In poco più di un'ora hanno raccolto polistirolo, carta, plastica, resti di reti, lenze, vasi rotti. E sugli scogli hanno ritrovato persino un frigorifero e un copertone. Sabato mattina i soci del Centro studi Acitrezza hanno ripulito uno dei pezzi più caratteristici della costa del paese dei faraglioni: quella dell'acquario, un'antica vasca in pietra lavica per la conservazione dei pesci realizzata nel secondo dopoguerra dallo spaccapietre Mario Spina su commissione della famiglia di pescatori Valastro. Il progetto è la seconda puntata dell'operazione chiamata Coste pulite e che aveva già fatto tappa, lo scorso 10 marzo, in un altro luogo caratteristico, i basalti colonnari del porticciolo. L'obiettivo, oltre alla pulizia è quello della sensibilizzazione sulla tutela del patrimonio ambientale unico della cittadina dei Malavoglia.

[HTML1]


Ed è già stato individuato un terzo luogo da ripulire nelle vicinanze della struttura. «L'antico acquario è un manufatto che racconta l'ingegno dei pescatori trezzoti ed una volta ultimati i lavori di riqualificazione dello scalo Palummeddu valuteremo tutte le iniziative volte alla tutela e valorizzazione che merita», spiega Antonio Castorina, presidente del Csa, che ha già inoltrato al sindaco del Comune di Acicastello la richiesta di rimozione di alcuni rifiuti speciali, vicino al mercato ittico di Aci Trezza. E, forse anche in segno di buon augurio, i soci del centro studi hanno provveduto a disseminare  semi di finocchio marino nell'area dei basalti colonnari all'interno del porto.

[Foto del Centro studi Acitrezza]

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×