Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Case popolari, a ditta etnea gara per corso Indipendenza
Ventuno alloggi. Previsti anche spazi relax e aree a verde

Sarà la Cantieri Riuniti a occuparsi dei lavori di recupero di un immobile abbandonato, a ridosso della via IV Novembre. Soddisfatto l'assessore regionale Marco Falcone: «Daremo una casa a chi ne ha diritto». L'obiettivo è fare partire i mezzi meccanici in poche settimane

Simone Olivelli

Saranno grandi dai 48 ai 96 metri quadrati i 21 alloggi popolari che lo Iacp di Catania realizzerà in corso Indipendenza. La gara è stata aggiudicata nei giorni scorsi alla Cantieri Riuniti, che ha proposto un ribasso del 19,101 per cento su una base d'asta di oltre 3,8 milioni di euro. L'impresa etnea l'ha spuntata su un totale di 192 partecipanti. I lavori rientrano tra la riqualificazione di un'area - all'incrocio con via IV Novembre - in cui si trova lo scheletro di un immobile mai completato e un tempo di proprietà dell'Ipab Provvidenza S. M. del Lume e Marianna Magrì

Il progetto prevede la realizzazione di quattro edifici adiacenti da tre piani. In ognuno saranno ricavati fino a sei unità abitative. «Riqualifichiamo con logica moderna una zona della città ancorché centrale ma marginalizzata, per dare finalmente una casa a chi ne ha diritto», ha detto l'assessore regionale Marco Falcone. I fondi a disposizione dello Iacp per l'area di corso Indipendenza sono molti di più: in totale, infatti, il valore del progetto supera i sei milioni e comprende - si legge nella determina conclusiva della Conferenza speciale dei servizi - anche «la creazione di spazi di aggregazione a carattere socio-educativo per l'intero quartiere» nonché un parcheggio, di oltre cinquecento metri quadrati, con aree a verde destinato a chi andrà ad abitare negli alloggi

Per la realizzazione degli spaci sociali sono stati stanziati poco meno di 750mila euro. Il progetto prevede che con queste somme vengano effettuate operazioni di pulizia, risanamento idraulico, sistemazione delle pavimentazioni e del verde, ma anche creazione di aree gioco e relax e la realizzazione degli impianti di illuminazione. «Sono stati inoltre previsti interventi mirati alla riqualificazione della viabilità esterna al lotto», si legge nella determina dell'ingegnere capo del Genio Civile Natale Zuccarello, specificando che i lavori riguarderanno le pavimentazioni stradali su corso Indipendenza e Via IV Novembre, i marciapiedi e l'illuminazione. «Abbatteremo un inutile scheletro per fare posto a nuove case, spazi verdi e aree a uso ricreativo-sportivo, dando respiro alla domanda di edilizia sociale sempre alta a Catania», assicura Falcone.

L'obiettivo di Iacp e governo regionale è quello di fare partire i cantieri nel giro di poche settimane. In tal senso, sul sito dell'Istituto autonomo case popolari è stato pubblicato il bando per l'affidamento della direzione dei lavori, del servizio di contabilità e coordinamento della sicurezza. Il 14 settembre scadono i termini per partecipare. Base d'asta, oltre 220mila euro.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×