Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Prestiti usurai, nei guai il figlio del boss al 41bis
L'uomo percepiva pure il reddito di cittadinanza

Grazie al loro fiuto investigativo i militari del nucleo economico finanziario della Gdf sono riusciti a scoprire il tesoro del 37enne Nunzio Comis. A casa aveva 13mila euro in contanti. Nel mirino dell'uomo un imprenditore del settore ristorazione

Redazione

A casa custodiva un tesoro fatto di 13mila euro in contanti, due assegni bancari da duemila euro oltre a una serie di pizzini, telefoni cellulari e carte prepagate. Dietro tutto questo, secondo i militari del nucleo economico finanziario della Guardia di finanza, ci sarebbe stato un giro di usura. Protagonista il 37enne Nunzio Comis, originario di Catania ma residente a Misterbianco. 

Le indagini sono iniziate dopo un controllo su strada, durante il quale l'uomo è stato trovato in compagnia di N.D., imprenditore etneo attivo nel settore della ristorazione e gestore di un centro scommesse. Comis è stato trovato con 1550 euro in contati, in merito ai quali non è riuscito a fornire una spiegazione circa la loro provenienza. Questi soldi in realtà sarebbero stati la restituzione di un prestito a usura nei confronti dell'imprenditore. Lo stesso che aveva l'obbligo di restituire il denaro con l'applicazione di un tasso d'interesse del 100 per cento annuo.

Comis è risultato anche percettore del reddito di cittadinanza e avrebbe minacciato la sua vittima di pesanti ritorsioni in caso di inadempienza. L'uomo finito nei guai è figlio di Giovanni Comis, elemento di spicco della famiglia Santapaola-Ercolano nel quartiere Picanello attualmente detenuto al 41bis. Per il 37enne si sono aperte le porte del carcere con l'accusa di usura aggravata dal metodo mafioso

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×