Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Iblis, salta la testimonianza di Paolo Mirabile
Indagati i lavori per 13 villette a Ramacca

Una questione tecnica, ma non troppo, che riguarda i verbali con i loro racconti e viene ancora rimandata l'audizione del neo collaboratore di giustizia e del fratello, l'ex boss etneo Giuseppe Mirabile. Attesi al processo sulle presunte collusioni tra politica, mafia e imprenditoria. Sentito in aula invece Francesco Alampo, presidente di fatto di una cooperativa con interessi nel Catanese. «Hanno imposto la loro ditta per i lavori e io ho accettato. Dopo, per timore, ho mollato», racconta

Claudia Campese

Si allontana sempre di più la tanto attesa testimonianza dell'ex boss etneo e neo collaboratore di giustizia Giuseppe Mirabile. Un'audizione prevista per la prossima settimana al processo Iblis sui presunti rapporti tra politica, mafia e imprenditoria e anticipata oggi da quella del fratello Paolo. Almeno secondo i piani dell'accusa, saltati dopo una discussione con le difese sui verbali del pentito. La questione, tecnica ma non solo, ha impegnato metà della lunga udienza nell'aula giudiziaria del carcere di Bicocca, lasciando posto alla testimonianza di Francesco Alampo, presidente di fatto della cooperativa Enotria con interessi a Ramacca. Durante una passata udienza era già stato sentito il reale presidente, Salvatore Petralia, che poco però poteva dire sulle eventuali pressioni subite durante l'iter dei lavori, seguiti da Alampo. Si è avvalso invece della facoltà di non rispondere l'ex deputato regionale Giovanni Cristaudo - prima Pdl, poi eletto nella lista Nuova Sicilia –, assolto dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa nel filone dello stesso processo svolto con il rito abbreviato, ma ancora fermo al primo grado di giudizio.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×