Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Campionati assoluti di Judo, gare maschili
L'etneo Lanzafame unico siciliano sul podio

Si è chiusa con la vittoria del gruppo sportivo delle forze armate - il più medagliato - la prima giornata di incontri al Palacatania. Tra i partecipanti isolani il ventenne Angelo Lanzafame, di Catania, che conquista un argento per la categoria 60 kg. Seguito dal quinto posto dal catanese Luca La Fauci (categoria 66 kg) e dell'ennese Daniele Tripoli (categoria oltre 100 kg). Soddisfatto Giovanni Strazzeri, presidente del comitato regionale di settore e tra gli organizzatori. Oggi è il turno delle competizioni femminili. Ascolta l'intervista

Redazione

Circa duecento i partecipanti alle gara maschili per i Campionati assoluti di judo che quest’anno si sono svolti a Catania. Tra gli atleti che si sono affrontati ieri al Palacatania, anche venticinque siciliani. Ma l’unico a raggiungere i gradini del podio, con un argento, è stato il giovane catanese Angelo Lanzafame della Titania judo club, classe ‘93, alla sua undicesima medaglia.

Lanzafame era tra i favoriti del panorama judoistico locale e tra i migliori della categoria 60 kg. Molto soddisfatto delle gare e fiero di aver conquistato una medaglia nella sua città, nonostante la finale persa. «E’ andata molto bene. E se ho ottenuto un buon risultato è anche grazie al pubblico che mi ha sostenuto», ci racconta. «Ho migliorato il traguardo dell’anno scorso - quando agli assoluti di Verona 2012 si classificò terzo - e sono felice. Anche se, giocando in casa, speravo di arrivare all'oro». Ad aggiudicarsi il primo posto, invece, è stato il torinese Fabio Basile, classe ’94, della palestra Akiyama. A seguire, per la categoria 66 kg, il buon risultato raggiunto dell’altro favorito etneo, Luca La Fauci, piazzatosi al quinto posto con cinque incontri vinti su sette. Terzo ed ultimo atleta siciliano a spiccare tra gli altri è stato l’ennese Daniele Tripoli, quinto classificato nella categoria oltre 100 kg.

Ma a conquistare la maggior parte delle madaglie sono stati gli atleti delle forze armate. Oro per l’olimpionico Elio Verde (categoria 66 kg), Augusto Meloni (categoria 73 kg) e Fabio Dell’Anna (categoria oltre 100 kg), tutti appartenenti al gruppo sportivo Fiamme Oro.

Soddisfatto dell'andamento delle gare anche Giovanni Strazzeri, sesto Dan, consigliere nazionale della Federazione Judo, presidente del Comitato regionale di settore e membro del gruppo organizzatore dell'evento composto da Dynamic center Gravina, Titania Catania e Delegazione Provinciale della Fijlkam. «Qualitativamente la competizione ha raggiunto un livello molto altro - dice a CTzen - in gara c'erano le forze armate con tutti i migliori atleti».

Ascolta l'intervista a Giovanni Strazzeri

[caption id="attachment_78139" align="alignright" width="300"] Elio Verde, vincitore della categoria 66 kg[/caption]

Strazzeri, che anche il padre del giovane Mario, talento italiano che però ha mancato il podio nella gara di ieri, si dimostra poco stupito per vittoria di Elio Verde nella categoria di 66 Kg. «E' arrivato quinto alle olimpiadi di Londra, dove era il portacolore della nazionale italiana e oggi ha vinto gli assoluti». Nonostante «il judo non richiami tanta gente, perché è considerato uno sport minore», a livello organizzativo «è andata abbastanza bene», dice con soddisfazione. Anche grazie ai «numerosi i tifosi» che hanno riempito gli spalti del Palacatania.

Gli altri risultati:

Podio, categoria 60 kg:

1° BASILE FABIO - C.R.S. AKIYAMA A.S.D.

2° LANZAFAME ANGELO - ASD TITANIA CLUB JUDO CATANIA

3° ANDREOLI FABIO - C.S.CARABINIERI ROMA

3° MASERIN ROBERTO - CENTRO GINNASTICO TORINO

Podio, categoria 66 kg:

1° VERDE ELIO - G.S.FIAMME ORO ROMA

2° BRUNO EMANUELE - G.S.FIAMME GIALLE ROMA

3° CRESSI DIEGO - C.S. FIAMME AZZURRE

3° PIRAS MATTEO - C.R.S. AKIYAMA A.S.D.

Podio, categoria 73 kg:

1° MELONI AUGUSTO - G.S.FIAMME ORO ROMA

2° MADDALONI MARCO - C.S. FIAMME AZZURRE

3° PARLATI ENRICO - G.S.FIAMME ORO ROMA

Podio, categoria 81 kg:

1° CAROLLO GIOVANNI - C.S.CARABINIERI ROMA

2° POETA LUCA - G.S.FIAMME ORO ROMA

3° BARBATO GIUSEPPE - A.S.D. CHAMPION SPORT TEAM

3° GIORGIS DIEGO - GRUPPO SPORTIVO FORESTALE

Podio, categoria 90 kg

1° BAGNOLI LORENZO - C.S. FIAMME AZZURRE

2° MIRANDA FABIO - GRUPPO SPORTIVO FORESTALE

3° BOLDETTI ALESSANDRO - A.POL.DIL.ROBUR ET FIDES

3° LOPORCHIO GIULIANO - G.S.FIAMME GIALLE ROMA

Podio, categoria 100 kg:

1° D'ARCO VINCENZO - STAR JUDO CLUB

2° TOMASETTI PABLO LUCIANO - G.S.FIAMME ORO ROMA

3° BORIN ALBERTO - C.S. FIAMME AZZURRE

3° ARDIZIO LUCA - GRUPPO SPORTIVO FORESTALE

Podio, categoria oltre 100 kg:

1° DELL'ANNA FABIO 12RM0061 G.S.FIAMME ORO ROMA

2° MARMO LUCA 12RM0061 G.S.FIAMME ORO ROMA

3° MENALE VALERIO 12RM0163 A.S.D. JUDO PRENESTE-G.CASTELL

3° MANGIAPIA DANIELE 12RM1601 C.S. FIAMME AZZURRE

[Intervista audio di Salvo Cuntrò. Foto di Ferdinando Raffa]

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×