Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Bruciati 13 cassonetti tra via Plebiscito e via Garibaldi
Denunciato piromane 41enne, trovato con l'accendino

I contenitori e i diversi rifiuti che contenevano sono stati dati alle fiamme questa notte, intorno alle 4. L'uomo era stato visto da alcuni testimoni, fermato dalle volanti non ha fornito nessuna spiegazione al suo gesto. Danneggiata anche un'auto. Guarda le foto

Redazione

Tredici cassonetti in quattro punti diversi sono stati dati alle fiamme tra via Garibaldi e via Plebiscito, intorno alle 4 delle scorsa notte. Ad appiccare il fuoco è stato il 41enne catanese S.D.M che è stato denunciato per il reato di danneggiamento a seguito di incendio. L'uomo era stato visto da alcuni testimoni e, fermato da una delle volanti, ha consegnato spontaneamente un accendino senza però fornire nessuna spiegazione sul suo comportamento. 

Uno dei roghi dei contenitori della spazzatura che si trovano sul ciglio della strada ha anche provocato il danneggiamento di un'auto che era parcheggiata accanto in via Garibaldi, angolo Fortino Vecchio. Durante la stessa nottata erano stati dati alle fiamme anche alcuni cartoni accatastati fuori da un negozio di scarpe di via Etnea, in attesa di essere ritirati dal personale della nettezza urbana della Dusty. Dall'azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti a Catania fanno sapere a MeridioNews che «tutto è già stato ripulito in entrambe le strade» e che «domattina saranno rimpiazzati tutti i contenitori bruciati».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×