Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Randazzo: quasi cento contagi, stop a mercato domenicale
Sindaco: «Non possiamo più affidarci solo al buon senso»

Il primo cittadino Francesco Sgroi ieri, tramite un video-messaggio su Facebook, ha spiegato le mosse che l'amministrazione ha deciso di prendere per limitare la diffusione del virus. In provincia ci sono altri quattro comuni che preoccupano

Salvatore Caruso

La città di Randazzo vive una situazione critica dal punto di vista dei contagi da Covid-19. In meno di 24 ore i casi positivi sono passati da 66 a 97. Di questi due sono ospedalizzati. Una crescita che ha spinto il primo cittadino Francesco Sgroi a tenere stretti contatti per l’intera giornata con l’assessore regionale alla sanità Ruggero Razza e il governatore Nello Musumeci. L'obiettivo è quello di attuare misure necessarie per rallentare la diffusione dell’epidemia su tutto il territorio randazzese. Lo stesso Razza, nella riunione tenutasi venerdì mattina, in prefettura aveva annunciato che alla luce della valutazione sull'andamento epidemiologico, era pronto a proporre al presidente della Regione l'adozione di provvedimenti contenitivi per alcuni Comuni e aree caratterizzate da un numero elevato di contagi. 

Cosi ieri pomeriggio Sgroi, al termine di un lungo colloquio con i vertici regionale e col commissario per l’emergenza Covid Pino Liberti, ha comunicato, attraverso un video-messaggio su Facebook, l’adozione di misure restrittive sul territorio di Randazzo, a partire da oggi e fino al prossimo 25 ottobre. Circa un migliaio le persone che in 15 giorni si sono sottoposte, in forma privata al tampone per appurare la positività al Covid. «Con questi dati non possiamo più affidarci al senso di responsabilità dei nostri concittadini - ha detto il sindaco - Dobbiamo adottare misure di contrasto per rallentare la diffusione. Al termine della settimana di restrizioni, qualora non ci fossero risultati soddisfacenti, ho concordato con l’assessore Razza - ha concluso Sgroi - uno screening di massa sull’intera popolazione». L'ordinanza sindacale prevede la sospensione del mercato domenicale per la giornata di oggi. 

Anche altri comuni del Catanese sono tenuti sotto osservazione: a Misterbianco sono 63 i contagi, a Belpasso con 53, Mascalucia ne ha 47 e Paternò 49 casi. In quest’ultimo comune tra i contagiati è risultato positivo un ispettore della polizia municipale: avviato da subito la sanificazione del comando, cosi come i colleghi venuti a contatto con l’uomo saranno sottoposti a tampone. A Catania città sono oltre cinquecento le persone contagiate. Sul fronte controlli anti-Covid i carabinieri di Giarre, venerdì sera, hanno bloccato un banchetto nuziale in corso in un locale di Zafferana Etnea. Gli invitati erano 54 anziché 30 compre prevede l’ultimo Dpcm del 13 ottobre. I carabinieri, una volta riscontrata la violazione, hanno inflitto 400 euro di multa a carico del titolare del locale, nonché l’immediata chiusura dello stesso per la durata di cinque giorni.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×