Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Caltagirone, sequestrata la Ortogel
Posti i sigilli per traffico illecito di rifiuti

Avrebbero venduto mangime animale che in realtà era formato da scarti di agrumi. Questa l'accusa per i dirigenti della ditta che ha i suoi stabilimenti nel Calatino. Avrebbero smaltito illecitamente il pastazzo ricavandone guadagni per tre milioni di euro e il loro operato - assicurano gli inquirenti - era visibile da qualsiasi utente di Google Earth. L'azienda non è nuova a reati del genere, destinataria di un provvedimento simile già nel 2011

Redazione

Avrebbero spacciato 75mila tonnellate di scarti della lavorazione di agrumi come mangime animale, vendendolo ad aziende zootecniche della zona. E, inoltre, la cattiva gestione dei rifiuti era sotto gli occhi di qualsiasi utente su Google Earth. I Carabinieri del Nucleo operativo ecologico hanno messo i sigilli agli stabilimenti dell'azienda agricola Ortogel di Caltagirone, ditta specializzata nella lavorazione di prodotti derivati dagli agrumi. La Direzione distrettuale antimafia di Catania ha anche notificato 17 avvisi di garanzia nei confronti di alcuni dirigenti e al titolare di un'azienda agricola di Lentini (in provincia di Siracusa) per traffico e smaltimento illecito di rifiuti. La gestione del pastazzo non è un problema nuovo per la società: gli stessi stabilimenti erano già stati sequestrati in contrada Balchino per reati simili dalla Procura di Caltagirone nel 2011.

Secondo gli inquirenti, tra il 2009 e il 2012 la truffa avrebbe generato guadagni per i dirigenti della Ortogel per tre milioni di euro recuperati dal mancato pagamento delle necessarie operazioni di smaltimento. Sono stati sequestrati anche trattori, tre semirimorchi ed un autocarro, oltre ad un bacino artificiale da 17mila metri quadri nei quali venivano gettati gli scarti di produzione e i rifiuti organici degli animali di una stalla nei pressi dell'azienda. E' la prima volta che in Italia si applica la normativa secondo la quale a pagare per i reati ambientali siano persone giuridiche.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×