Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Stupro piazza Europa, chiesti fino a 9 anni e 4 mesi
Alla sbarra tre giovani. Pm: «Rapporti non consensuali»

La sentenza nei confronti di Roberto Mirabella, Salvatore Castrogiovanni e Agatino Spampinato potrebbe arrivare entro la fine dell'anno. In mano alla procura ci sono il video e gli audio registrati all'interno dell'auto dove si trovarono con la vittima

Marta Silvestre

Da otto a nove anni e quattro mesi. Sono le richieste di pena presentate dalla pm Valentina Botti nel processo sulla presunta violenza sessuale a piazza Europa. Alla sbarra ci sono tre giovani catanesi. Da tempo ai domiciliari, sono accusati avere violentato, a marzo del 2019, una 19enne statunitense. Il processo, con rito abbreviato, è ripartito oggi all'interno dell'aula bunker del carcere di Bicocca. L'accusa ha chiesto otto anni per Roberto Mirabella e Salvatore Castrogiovanni, mentre un anno e quattro mesi in più per Agatino Spampinato. Quest'ultimo, infatti, è accusato di avere abusato una seconda volta della vittima nell'androne del palazzo. 

Per l'accusa, i rapporti sessuali - il primo dei quali all'interno di un'automobile - avvennero senza il consenso della giovane. A suffragio di questa tesi ci sono i tentativi di chiamata al 112 e al 911 per chiedere aiuto. All'interno del fascicolo è finita anche la videochiamata con un'amica alla quale la giovane statunitense aveva chiesto informazioni sui ragazzi con cui si sarebbe vista e pure alcuni screenshot. Ad aggravare il quadro inidiziario sono poi il video girato dai tre imputati all'interno dell'abitacolo, gli audio registrati dalla vittima e l'invio a un amico della propria posizione tramite il sistema Gps. 

Nell'udienza di questa mattina, sono intervenuti anche i legali delle parti civili: l'avvocata Agata Pappalardo, per il Comune di Catania, ha motivato il danno di immagine per l'ente, mentre Giusi Latino e Santa Monteforte hanno rappresentato il centro antiviolenza Galatea e il centro Penolepe. Entrambe si sono soffermate sulle consulenze tecniche prodotte nell'ambito del procedimento. Nella prossima udienza, fissata per il 5 novembre, a parlare sarà invece l'avvocata Mirella Viscuso che difende la vittima. In seguito la parola passerà ai legali degli imputati. La sentenza di primo grado potrebbe arrivare entro la fine dell'anno.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×