Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Denunciati 18 furbetti del reddito di cittadinanza
Tra loro c'erano pure esponenti del clan Cappello

Operazione della Guardia di finanza di Catania nei confronti di un gruppo di persone che avrebbero percepito indebitamente il sostegno economico. La somma complessiva ammonta a oltre 240mila euro

Redazione

I militari del comando provinciale della Guardia di finanza di Catania hanno segnalato alla procura 18 soggetti che percepivano indebitamente il reddito di cittadinanza, per una somma complessiva di oltre 240mila euro. Tra i beneficiari c'erano condannati per gravi reati, particolarità che non consente l'accesso al sostegno economico. In particolare si tratterebbe di personaggi inseriti nelle cosche mafiose locali, tra cui alcuni appartenenti al clan Cappello-Bonaccorsi

Tra i furbetti anche chi sosteneva di versare in una condizione di bisogno ma aveva provveduto ad acquistare una moto di grossa cilindrata nonché un giocatore d’azzardo che aveva conseguito imponenti vincite al gioco. L'intervento si è concluso con la denuncia a piede libero di tutti gli indebiti percettori, nonché con la segnalazione all’Inps per la sospensione immediata dell’erogazione ed il recupero delle somme percepite indebitamente.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×