Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Spaccio di droga, ai domiciliari con la marijuana
Sequestrato stupefacenti a Motta Sant'Anastasia

Nel mirino dei carabinieri è finito il 21enne Biagio Davide Di Grazia, già finito nei guai in passato. Dentro un barattolo nascondeva 120 grammi suddivisi in 12 bustine. Altri 25 grammi erano occultati in un mobile della camera da letto

Redazione

I carabinieri della nucleo investigativo del comando provinciale hanno arrestato in flagranza il 21enne Biagio Davide Di Grazia, di Motta Sant’Anastasia. Il giovane si trovava già agli arresti domiciliari per reati legati al mondo della droga con l'accusa di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Ieri sera i militari hanno bussato alla porta di casa del 21enne, in via Del Risorgimento, all’interno della quale si sospettava potesse nascondere della sostanza stupefacente.

La presenza dei carabinieri pronti a perquisirgli casa ha messo alle strette Di Grazia, che ha consegnato spontaneamente un barattolo di vetro, nascosto all’interno di un armadietto di legno, contenente 120 grammi di marijuana conservata con cura all’interno di 12 bustine di plastica dotate di chiusura ermetica. I carabinieri tuttavia hanno recuperato ulteriori 25 grammi della medesima sostanza stupefacente, scovata dentro un mobile della camera da letto, preservata sempre all’interno di bustine di plastica sigillate ermeticamente, nonché due bilancini di precisione. La droga è stata sequestrata, mentre l’arrestato, in attesa della direttissima, rimarrà agli arresti domiciliari.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×