Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Ramacca, passa la sfiducia al sindaco Pippo Limoli
Mozione approvata con 12 voti. Centrodestra unito

L'ex deputato regionale, vicino a Fratelli d'Italia, è stato messo alla porta dopo quattro anni. Adesso sarà un commissario nominato dalla Regione a occuparsi di traghettare il Comune fino alle prossime elezioni, previste nell'estate 2021

Simone Olivelli

Sfiduciato con 12 voti. Questo l'esito finale del Consiglio comunale tenutosi stasera, a partire dalle 20.30, nella sala consiliare del Comune di Ramacca. Unico punto all'ordine del giorno la mozione nei confronti del sindaco Pippo Limoli, eletto nel 2016 dopo una prima esperienza dal 1998 e al 2003 e una parentesi da deputato regionale con il Popolo delle Libertà all'Assemblea regionale siciliana. 

A presentare l'atto sono stati sette consigliere comunali, quattro appartenenti al gruppo di Italia Viva, tra cui l'attuale presidente del Consiglio comunale Giuseppe Lanzafame - per 12 mesi come gruppo inseriti in maggioranza e poi messi alla porta dal primo cittadino -, due della Lega e uno del Partito democratico. Determinante per fare passare la sfiducia è stato il voto di quattro consiglieri tutti appartenenti al centrodestra: Federico Di Liberto (Forza Italia), Francesco Carini (Fratelli d'Italia), Nunzio Sciarotta e Rosario Gravina, vicino all'area di Fratelli d'Italia del sindaco di Catania Salvo Pogliese. Favorevole anche l'unica consigliera del Movimento 5 stelle Teresa Corallo

Il tempo però ha cambiato le carte in tavola e otto consiglieri dell'ex maggioranza hanno deciso di sfiduciare il sindaco. Una perdita di pezzi avvenuta in maniera progressiva e che questa sera si è concretizzata con il voto nominale in aula in ordine alfabetico. Adesso un commissario, che verrà nominato dall'assessorato alle Autonomie locali, si dovrà occupare di traghettare il Comune fino al voto, previsto a giugno 2021. Hanno votato contro la sfiducia iFrancesco Schilirò, attuale assessore allo Sviluppo economico, Valeria Calcagno, assessora ai Servizi sociali, e Angela Amendolia. Alle prossime elezioni, almeno con lo scenario politico attuale, il centrodestra potrebbe presentarsi compatto.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×