Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Pd, turbolenze da Roma a Catania
Berretta: «Il vero tabù è non governare»

Dopo le votazioni per il nuovo presidente della Repubblica, onorevoli e senatori rientrano a casa. All'aeroporto romano di Fiumicino, tra gli altri, c'è anche Giuseppe Berretta, onorevole Pd di rientro nel capoluogo etneo. Provato ma non sorpreso, parla del futuro del partito, del confronto possibile con il Pdl e di quello ormai difficile con il M5s. Uno scenario complesso anche alle pendici dell'Etna, in vista delle comunali che vedono finora candidato al suo posto Enzo Bianco

Claudia Campese

Le votazioni nella capitale per il nuovo presidente della Repubblica italiana - che portano alla rielezione di Giorgio Napolitano - si concludono intorno alle 18. Giusto in tempo per permettere a senatori e onorevoli il rientro a casa. L'aeroporto di Roma Fiumicino, in attesa dei voli della sera, si trasforma in una delle più frequentate passerelle politiche della città. Tra questi c'è anche l'onorevole Pd Giuseppe Berretta, in rientro a Catania. Sulla scaletta che lo porta all'aereo, controlla per l'ultima volta - prima di spegnerlo - il suo cellulare. La pagina Facebook del deputato segnala un numero di messaggi a tre cifre: la maggior parte insulti post-votazione. Mentre risponde alle domande di CTzen, Berretta appare stanco ma non sorpreso dal clima concitato di questi giorni all'interno del suo partito. Che nel capoluogo etneo assume un doppio significato in vista delle elezioni amministrative in cui il Pd ha scelto senza primarie la candidatura di Enzo Bianco al posto proprio di quella di Berretta.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×