Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Confiscati i supermercati GM di Michele Guglielmino
Patrimonio di 31 milioni grazie a vicinanza ai Cappello

Nel 2018 i beni erano stati sequestrati. In passato il 51enne è stato arrestato in diverse operazioni della polizia. La sua vicinanza al clan è stata interpretata come la chiave del successo imprenditoriale nel settore della grande distribuzione

Redazione

Confiscati i supermecati della catena G.M. dalla polizia. I sigilli sono arrivati su disposizione del tribunale di Catania e fanno seguito alle indagini su Michele Guglielmino, il titolare. L'uomo, a cui è stata anche applicata la misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza per tre anni, è ritenuto vicino ai Cappello. Al 51enne sono stati confiscati 12 punti vendita, un'impresa di distribuzione di carburanti, sette immobili, cinque veicoli e numerosi conti correnti. Il valore complessivo è di circa 31 milioni di euro.

A inizio 2018, gli stessi beni erano stati sequestrati. A chiedere la misura era stata pochi mesi prima la procura etnea. Guglilemino, conosciuto come Michele da Gesa, è stato condannato in processi riguardanti il traffico di droga ed è vicino, anche per vincoli di parentela, al clan Cappello, in particolar modo ad Angelo Cacisi, nei confronti del quale si era impegnato anche per favorirne la latitanza. A parlare di lui sono diversi collaboratori di giustizia. 

L'ingresso nel settore della grande distribuzione è stato interpretato dagli inquirenti come una mossa per reinvestire capitali illeciti.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×