Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Calcio Catania, preliminare di vendita slitta al 16 gennaio
Tacopina chiede certezza sui debiti entro il 19 febbraio

Prevista per oggi, dopo riunioni-fiume la data è stata rinviata alla prossima settimana. Quando, bilancio e piano industriale degli investitori alla mano, si proverà ad avere dalla Agenzia delle entrate rassicurazioni su tempi e cifre da girare agli investitori Usa

Claudia Campese

Ancora un rinvio nel futuro del Calcio Catania, l'ennesimo di una storia lunga ormai quasi un anno. È di stasera la notizia dello slittamento del preliminare di vendita del club rossazzurro dalla cordata di imprenditori locali riunita nella Sigi spa al gruppo rappresentato dall'avvocato italo- statunitense Joe Tacopina. Un rinvio che avrebbe già una nuova data, il 16 gennaio, e dovuto al problema principale della trattativa: i debiti.

A fare slittare l'accordo preliminare sarebbe stata in particolare una clausola: una condizione sospensiva che fa sottostare la chiusura definitiva dell'accordo e la conseguente cessione alla certezza entro il 19 febbraio da parte dell'agenzia delle entrate dell'entità del debito. Che per Tacopina dovrà essere di massimo 15 milioni totali tra cifre dovute ai creditori, conteziosi e, appunto, debiti con l'erario. Altrimenti, anziché rimandare il pagamento dovuto agli attuali soci o scalare la differenza con la cifra di acquisto, come si è sempre saputo finora, non se ne farà niente.

Le rassicurazioni informali da fonti istituzionali, secondo cui l'importanza della trattativa avrebbe garantito una trattazione celere della questione da parte dell'agenzia, non sarebbero bastate agli investitori americani. Così si è deciso di fare slittare tutto al prossimo fine settimana quando, bilancio e piano industriale alla mano - inviato giovedì dai nuovi possibili compratori -, Sigi si aspetta di avere maggiori certezze da mettere in tavola. A cui dovrebbe sedersi - secondo quanto dichiarato dal presidente della spa Giovanni Ferraù - Tacopina in persona, di ritorno a Catania dagli Usa.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×