Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Le distruggono l'auto e la pestano dopo critica su TikTok
Carabinieri bloccano una 47enne insieme alle tre figlie

Le quattro donne sono partite dal quartiere Librino in direzione de Villaggio Sant'Agata. Dove vive la vittima. Prima dell'aggressione, si sono rese protagoniste di una sassaiola verso la veranda dell'abitazione. Solo i militari hanno messo fine alla violenza

Redazione

Non hanno preso bene il commento lasciato a una fotografia pubblicata sul social TikToke hanno deciso di rifarsi andando a pestare l'autrice. Protagoniste del raid punitivo quattro donne - una 47enne e le tre figlie di 28, 26 e 24 anni - che sono partite da Librino per andare sotto casa della rivale, che abita nel quartiere Villaggio Sant'Agata. 

Armate di mazza da baseball hanno distrutto l'auto della vittima, poi, non soddisfatte, hanno iniziato a lanciare sassi contro la veranda dell'abitazione. E infine, dopo che la vittima è scesa in strada insieme alla madre, l'hanno picchiata. 

Sul posto, dopo una chiamata al numero unico d'emergenza, sono intervenuti i carabinieri del nucleo radiomobile del comando provinciale di Catania. Per le quattro sono scattate anche le denunce per le violazioni delle norme anti-Covid.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×