Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Agguato in piazza Vicerè, uomo investito e picchiato
Tre persone arrestate dopo l'indagine dei carabinieri

Il fatto risale al 2 novembre scorso. L'indomani venne arrestato Fabio Laganà. Adesso le manette sono scattate per il padre e lo zio. I filmati delle telecamere di videosorveglianza hanno immortalato tutta la scena. Guada il video

Redazione

Una crisi di coppia sfociata in un profondo dissidio tra due famiglie e culminato nel tentato omicidio di Pietro Costanzo. L'uomo, 54 anni, è stato investito da una Ford Focus il 2 novembre dello scorso anno mentre passeggiava a piedi tra via Leucatia e via San Gregorio, nei pressi di piazza Vicerè, a Catania. Subito dopo, mentre si trovava a terra con la gamba incastrata sotto il veicolo, è stato aggredito da due persone. La vittima ha riportato gravi lesioni e un politrauma alla gamba destra. 

Grazie a un'indagine della procura etnea, affidata ai carabinieri del nucleo radiomobile di piazza Dante, sono stati identificati gli autori della spedizione punitiva. Sebastiano Laganà (25 anni), Santo Aiello (60 anni) e Fabio Laganà (36 anni) dovranno rispondere del reato di tentato omicidio. Il 36enne è stato arrestato il giorno dopo la spedizione e si trova tutt'ora in carcere perché indicato come il guidatore della Ford che investì Costanzo. Le indagini, però, non si sono fermate. E, adesso, è arriva la conferma che al raid hanno preso parte anche altre due persone, tutte legate tra loro da vincoli di parentela

Sebastiano Laganà

Fabio Laganà

Santo Aiello

I carabinieri hanno identificato una seconda auto, una Fiat Panda nera riconducibile a Santo Aiello, zio dei Laganà, il quale aveva precedentemente dato appuntamento alla vittima presso un noto bar della città per parlare delle questioni familiari, così da farlo uscire di casa a piedi a un orario determinato mentre, invece, lo attendevano proprio lì sotto per tendergli l’agguato. Grazie alle perizie tecniche è emerso che il conducente della Focus ha accelerato bruscamente con l'obiettivo di investire la vittima per ucciderlaI due arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati portati nella casa circondariale di piazza Lanza.   

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×