Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Giarre, D'Anna candidato della società civile
Modello Crocetta e fiducia nelle associazioni

Angelo D'Anna corre per la poltrona di primo cittadino del comune ionico appoggiato da una sola lista, Città Viva, lo stesso nome dell'associazione che da un anno e mezzo presiede. «Continueremo ad esserci prescindere dal risultato elettorale», assicura. Intanto, insieme ad un team di 70 professionisti, tra cui molti giovani, ha preparato un corposo programma elettorale che punta molto sulla collaborazione con l'associazionismo. «Il Comune deve mettere i mezzi a disposizione, ma i cittadini devono tornare a gestire direttamente il territorio»

Salvo Catalano

«Sono il più giovane tra i candidati a sindaco». Angelo D’Anna, avvocato, 50 anni, 6 figli - «tutti con la stessa moglie», ci tiene a precisare - ci scherza su. Eppure è vero. È lui, tra i sei contendenti alla scottante poltrona di primo cittadino di Giarre, quello con meno anni. Nessuna precedente esperienza politica, legato fortemente al mondo dell’associazionismo, cattolico praticante. Ha fondato un’associazione, Città Viva, che per preparare il programma elettorale, ha visto al lavoro quasi 70 persone, riunite in sottogruppi sulla base delle competenze specifiche: architetti, ingegneri, commercialisti, operatori turistici e della comunicazione. Con un testimonial d’eccezione: il velocista Claudio Licciardello, semifinalista alle olimpiadi di Pechino e giarrese doc. Il tocco giovane si vede anche nella grafica agile e leggera del materiale elettorale e nella presenza attiva su tutti i principali social network. «A volte rispondo in prima persona, ma ho un gruppo ristretto di persone che li gestisce», precisa D’Anna che, prima di tornare a Giarre ed esercitare la professione di avvocato aprendo una società per la mediazione civile e commerciale, è stato per 20 anni direttore delle risorse umane in aziende come Tim, Telecom e Rodriguez Cantieri Navali.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×