Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Fermi tutti, passa il sommergibile
Viale Africa in tilt per il raduno della Marina

Il sottomarino Salvatore Pelosi fa capolino al largo della costa catanese, ma a bloccare il traffico per quasi due ore è stata la cerimonia al monumento ai caduti del mare di piazza Galatea. Auto costrette a deviare dal percorso verso piazza Europa per il cinquantesimo incontro internazionale dei sommergibilisti

Redazione

Una segnalazione di rallentamenti in viale Africa, la rapida telefonata al centro operativo dei vigili urbani di Catania e la risposta spiazzante: «C'è una manifestazione, una sfilata - spiega un agente a metà tra il divertito e il confuso - Passerà un sommergibile». E in effetti, a giudicare dalla fila di auto che ha inizio dal Passiatore il sospetto che qualcosa di anomalo stia accadendo diventa sempre più forte. Ma Catania non si è vista passare un sottomarino per le strade del lungomare, bensì ha ospitato il cinquantesimo raduno dei sommergibilisti che si terrà fino a domani. Più di trecento marinai in servizio e in congedo da 22 Paesi si sono incontrati alle falde dell'Etna e stamattina hanno reso omaggio al monumento ai caduti del mare proprio in viale Africa.

Effettivamente il passaggio dell'ingombrante mezzo c'è stato, ma a largo della costa. Il sommergibile della Marina militare italiana Salvatore Pelosi si trova nelle acque siciliane e una delegazione di partecipanti al raduno lo raggiungerà nella tarda mattinata. Per molti dei militari radunati in piazza Galatea è stata una maniera per incontrare colleghi persi di vista da anni e fare nuove conoscenze. Per gli automobilisti imbottigliati nel traffico, costretti a deviare dal percorso verso piazza Europa, è stata una mattinata estremamente difficile e di certo da dimenticare. Forse, se avessero visto un sottomarino fermo al semaforo delle poste, avrebbero avuto almeno uno spettacolo da vedere.

 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×