Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Piazza Nettuno, gli sportivi fanno i conti con vandali
Comune: «Pronte telecamere, poi sarà riqualificazione»

Mattonelle divelte, un tabellone rotto e l'anello del canestro senza retina. Il percorso del benessere ridotto all'osso. «Tra dieci giorni la pavimentazione sarà a posto», assicura l'assessore allo Sport Sergio Parisi. E annuncia interventi straordinari

Gabriele Patti

Alcuni ragazzi si lanciano in acrobazie in sella alle proprie biciclette. Due coppie si allenano nella malmessa piattaforma dedicata al percorso del benessere. Qualcuno abbozza qualche tiro nell'unico canestro utilizzabile. Non c'è calca, né ressa. E il defibrillatore c'è ancora. In piazza Nettuno sembra di trascorrere un piacevole lunedì sera al lungomare senza l'effetto pandemia. 

«Uno spazio bellissimo che dovrebbe essere sfruttato meglio», commenta Giacomo Prudente, noto cestista etneo e personal trainer di professione, intercettato da MeridioNews al playground di piazza Nettuno durante una seduta di allenamento con una sua atleta. «Vengo spesso qui - racconta Prudente - uno dei due canestri è in pessime condizioni da almeno due mesi, il tabellone è spaccato e la retina non c'è. Qualcuno, come al solito - prosegue -, si sarà appeso e avrà rotto tutto». 

Atti di inciviltà ormai diventati una consuetudine che - come riportato dal sito Basket Catanese -, trova l'ultimo precedente nell'episodio registrato all'ovale, il playground di Tremestieri Etneo, dove nei giorni scorsi sono stati danneggiati il tabellone di un canestro e l’anello dell'altro rendendoli inutilizzabili. Il gesto vandalico, ancora una volta, ha costretto giocatori amatoriali ed ex cestisti a mettere una pezza e provvedere alla riparazione a spese proprie. «Non è possibile - lamenta Prudente - che a pagarne lo scotto siano sempre i privati e gli amanti di questo sport». Per questo per chi frequenta il campetto di piazza Nettuno, «servirebbe una telecamera che possa fungere da deterrente». 

«A giorni installeremo due telecamere - assicura l'assessore alla Sicurezza Fabio Cantarella, contattato telefonicamente da MeridioNews - Una nella direzione dei paninari, in via del Rotolo mentre l'altra sarà puntata verso il campo». L'appello, dunque, sembra non essere destinato a cadere nel vuoto, perché l'installazione rientra nel sistema di videosorveglianza (ben 213 occhi elettronici) la cui implementazione è cominciata la scorsa settimana. Tra le zone interessate dal piano ci sono anche il lungomare in zona scogliera, fino al civico 9 di piazza Nettuno e via del Rotolo.

Le precarie condizioni del canestro, però, non costituiscono l'unico ostacolo al pieno godimento dell'area ginnica attrezzata. Alla lista si aggiungono il cattivo stato della pavimentazione che circonda il campo da gioco e la mancata manutenzione del percorso del benessere, ormai contrassegnato da un'unica insegna sbiadita. «Il tappetino è vecchio - commenta Prudente - i pali sono ridotti all'osso e alcuni sono pure piegati». 

«Il sistema di sorveglianza dovrebbe porsi come deterrente ai costanti atti di inciviltà», ha commentato il sindaco Salvo Pogliese nel comunicato che ha annunciato il via all'installazione delle telecamere. Nell'auspicio che questo non abbia l'effetto indiretto di rallentare ancora di più la manutenzione delle aree pubbliche. «Non è possibile attendere mesi per la riparazione di un canestro», è la posizione di chi, come Prudente, riempie i tabellini di serie C da almeno vent'anni. 

«La manutenzione è importante - ammette l'assessore allo Sport Sergio Parisi a MeridioNews - anche se il canestro l'abbiamo montato circa due settimane fa». Le mattonelle divelte, invece, «sono il frutto di un lavoro di riparazione alle tubature della fontanella d'acqua - spiega Parisi -, mi hanno assicurato che entro dieci giorni provvederanno alla sistemazione». Ma a prescindere dal singolo intervento, per l'assessore allo Sport, piazza Nettuno merita di più e al vaglio dell'amministrazione ci potrebbe essere un nuovo progetto. «Stiamo studiando un piano di riqualificazione per l'intera piazza, ma per adesso non non posso dire di più». 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×