Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Scicli, il ritratto dei luoghi della memoria
Agnes: «Conosco la Sicilia attraverso voi»

Disegni di zone dell'isola che non esistono più, se non nei ricordi dei cittadini. Ma che l'artista Rebecca Agnes ha dipinto attraverso le testimonianze, anche grafiche, dei siciliani durante la sua permanenza nel Comune ibleo per il progetto Habitat #1. Visitabile fino al 23 giugno. «Tra i disegni che più hanno attirato la mia attenzione ci sono i ruderi del convento di Sant'Antonino, un vecchio bordello che non esiste più e un campo di calcio sostituito da un parcheggio», racconta

Roberto Sammito

Tentare di fare un ritratto della Sicilia partendo dai luoghi non più accessibili o che addirittura non esistono più, se non nella memoria delle persone che li hanno vissuti. Questo l'ambizioso progetto dell'artista Rebecca Agnes, ospite a maggio di Clang, luogo di ricerca per le arti contemporanee di Scicli. Il progetto Habitat #1 è la prima residenza d'artista nel comune ibleo e si è conclusa con l'inaugurazione dell'installazione site specific Libro degli ospiti/Guest book arrivata dopo i workshop che l'artista ha tenuto durante il suoi periodo nel Ragusano.

Appassionati d'arte o semplici cittadini sono stati chiamati a disegnare luoghi scomparsi, edifici abbandonati, incompiuti e luoghi della memoria. «Io non conosco la Sicilia, non l'ho mai visitata. I workshop sono serviti a farmi conoscere l'isola e a fissare la memoria delle persone attraverso i disegni, riuscendo così a fare un dipinto dei posti inaccessibili, privati, della regione», spiega Agnes. Tra i disegni esposti sul pavimento di Clang ce sono molti in cui è evidente una forte componente di denuncia, in tanti hanno rappresentato luoghi della memoria che sono stati cancellati. «Tra i disegni che più hanno attirato la mia attenzione ci sono i ruderi del convento di Sant'Antonino di Scicli, l'immagine di un vecchio bordello che ormai non esiste più e un campo di calcio che ha dovuto far posto ad un parcheggio», confida l'artista.

Scatti delle opere di Rebecca Agnes e di momenti dei workshop a cura di Clang

Insieme ai disegni realizzati durante i workshop, le project room di Clang ospitano anche l'installazione che Rebecca Agnes ha ideato nel periodo di residenza. Sono cinquantaquattro ricami realizzati dall'artista ispirandosi ai disegni che negli ultimi tre anni i suoi ospiti hanno lasciato sul suo libro a Berlino. «Dal 2008 fino allo scorso marzo ho abitato in un appartamento a Berlino che aveva anche una stanza degli ospiti. Dal 2009 ho iniziato a chiedere a tutte le persone che ospitavo a casa, di fare un disegno nel guest book». Le stoffe ricamate a mano sono la trasposizione dei ricordi, dei messaggi custoditi nel guestbook, in questo modo l'artista ha portato nella cittadina iblea la sua stanza e suoi ospiti berlinesi.

«Mi sono trovata bene in queste settimane trascorse a Scicli. La bellezza della città ti affascina, la gente che ho conosciuto ha avuto un influenza positiva ed è stato un piacere vivere e creare tra di loro. Spero di poter tornare in Sicilia e visitare i luoghi che la gente ha disegnato per me», racconta. Il periodo di residenza si è concluso con l'inaugurazione dell'esposizione che sarà visitabile fino al 23 giugno. Habitat #1 non è però l'unica traccia di Rebecca Agnes, che rimarrà a Scicli perché una delle sue opere è tra quelle selezionate per Audiovisioni digitali, mostra internazionale di ricerche audiovisive che si terrà nel centro ibleo a partire dal 31 maggio.

[Foto di Clang]

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews