Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Elezioni, Raffaele Stancanelli sicuro del bis
«Prima di me Catania non aveva più fiducia»

Cinque anni fa ha obbedito agli ordini di partito. Stavolta la scelta di correre per la seconda volta a sindaco di Catania è stata fortemente voluta. «Chi ritiene che ci abbia messo l’anima, mi voterà a prescindere dall’appartenenza politica». Il primo cittadino uscente è convinto del successo grazie agli obiettivi raggiunti: Corso Martiri, il Pua, il Piano del traffico urbano. Difende l'accordo su piazza Europa e ammette: «Avrei voluto una differenziata al 25 per cento». Infine tende la mano a Matteo Iannitti: «E' il migliore. Se vorrà, sarei ben disposto ad inserirlo nella mia giunta»

Salvo Catalano

«Male che vada, sarò costretto a vincere al ballottaggio». Raffaele Stancanelli è sicuro del bis. Dopo cinque anni spesi a «risollevare Catania da un disastro non solo economico, ma anche morale, perché la gente non credeva più in nulla», si ripresenta davanti ai cittadini, convinto che il voto confermativo giochi a suo favore. Se nel 2008 era stato il partito a chiamarlo in una notte di maggio e a chiedergli quasi per favore di prestarsi a quel sacrificio che nessun altro nel centrodestra voleva accettare dopo l’amministrazione Scapagnini, stavolta la scelta è sua. Voluta fortemente, anche scontrandosi, in un primo momento, con il Popolo delle libertà, principale partito della coalizione di centrodestra che lo sostiene. La sua campagna elettorale inizia poco prima di capodanno. Il 29 dicembre, dopo giorni di riflessione, annuncia di aver detto no all’amico Ignazio La Russa che lo voleva capolista alle elezioni nazionali nel nuovo partito Fratelli d’Italia. «Resto qui, non tradisco i catanesi»,  spiega Stancanelli che in quella sede aggiunge: «Se i cittadini capiranno la mia passione, sono sicuro che verrò rieletto». Oggi quella sicurezza sembra ancora più salda, a seguito degli «obiettivi raggiunti»: l’accordo sulla riqualificazione di Corso Martiri della libertà (dove ancora i lavori non sono iniziati), l’approvazione del Pua per la playa e del Piano del traffico urbano con il lancio del Bus rapid transit. Colmando, in alcuni di questi casi, attese storiche per la città.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×