Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Caserta inaugura il palazzo delle Poste
«Rimpallo continuo di responsabilità»

Ha voluto provocare la città con una finta inaugurazione della vecchia sede delle Poste, perché simbolo di abbondono e degrado di molte delle strutture di Catania. Un atto, per il candidato a sindaco di Catania, «a supporto di tutti quei catanesi stanchi della cattiva gestione degli ultimi anni»

Desirée Miranda

Una provocazione. È quanto ha voluto fare il candidato a sindaco di Catania, Maurizio Caserta. Questa mattina, infatti, ha organizzato una pseudo inaugurazione del palazzo delle poste al viale Africa, simbolo di incuria e abbandono in città. Insieme ad un gruppo di rappresentanti delle sue liste, sia comunali che nelle municipalità, e armati di cartelli su cui c'è una citazione del regista di Quinto potere, Sidney Lumet: «Sono incazzato nero e tutto questo non lo accetterò più», hanno dunque inscenato una riapertura del luogo. Al di qua dei cancelli, però, ché erano chiusi.

«Il nostro atto vuole essere a supporto di tutti quei catanesi stanchi della cattiva gestione degli ultimi anni», ha dichiarato l’aspirante sindaco. La scelta del luogo non è casuale, perché il vecchio palazzo è in stato di abbandono da parecchi anni e alcuni mesi fa è anche stato luogo di momenti di tensione quando è stato sgomberato da alcuni occupanti extracomunitari abusivi. «Questo è un simbolo di degrado palpabile e del disagio sociale e strutturale che la nostra Catania è costretta a vivere», continua Maurizio Caserta. Lamenta dunque che sono tanti gli edifici inutilizzati che invece potrebbero essere una risorsa per tutti. «Pensiamo alle tante associazioni o artisti che potrebbero trasformarli in luoghi per il sociale e invece fanno bella mostra di sé in tutta la loro bruttura», afferma Loredana Mazza, candidata con Caserta nella seconda municipalità.

Un problema importante quello degli immobili abbandonati e portato alla ribalta questa mattina prendendo come esempio l’ex sede delle Poste italiane, e che sembra irrisolvibile. Ma il perché è molto chiaro al professore di economia dell’Università di Catania: «Le responsabilità vengono rimbalzate di continuo  – spiega. – Esiste dunque una grande incongruenza, che ovviamente non è casuale, ma voluta da qualcuno,  per cui le imprese che cercano una sede o le famiglie che hanno bisogno di una casa non riescono a trovare una corrispondente offerta alla loro domanda. Noi cercheremo di risolverla».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews