Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Gestivano lo spaccio in una casa di via Garibaldi
Droga venduta anche davanti al Vittorio Emanuele

Nell'abitazione tre persone avevano creato un centro di smistamento per la cocaina. Nella stessa casa Andrea Gueli stava scontando i domiciliari. I carabinieri sono risaliti a loro grazie ai pedinamenti dei clienti 

Redazione

Foto di: Marco Verch Professional Photographer and Speaker

Foto di: Marco Verch Professional Photographer and Speaker

Arrestati per spaccio in concorso e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Il provvedimento è arrivato nei confronti di Andrea Gueli di 37 anni, Massimiliano Russo 21 anni e Gianluca Belfiore di 33 anni.

I tre gestivano lo spaccio in una casa di via Garibaldi, dove Gueli stava già scontando i domiciliari con l'obbligo di indossare il braccialetto elettronico. I carabinieri li hanno scoperti dopo aver notato un eccessivo movimento di persone attorno all'immobile. Russo gestiva l'accoglienza e l'accompagnamento dei clienti all'interno della palazzina per il ritiro delle dosi di droga e del denaro, mentre Belfiore si spostava dall'immobile per consegnare gli stupefacenti all'ingresso dell'ex ospedale Vittorio Emanuele.

Gianluca Belfiore

Massimiliano Russo

Andrea Gueli

I pedinamenti da parte dei carabinieri hanno consentito di individuare diversi consumatori di droga. Uno dei controlli è stato necessario per il fermo di Belfiore, bloccato dai militari proprio all'ingresso dell'ospedale mentre consegnava una dose di cocaina. L'uomo ha tentato di disfarsi della cocaina lasciandola sotto la macchina di un cliente. Dopodiché i carabinieri hanno fatto irruzione nell'abitazione di via Garibaldi: qui hanno trovato i due spacciatori e sequestrato 400 euro in contanti, consideranti provento della vendita di droga.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×