Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Acireale, le immagini che inchiodano gli sporcaccioni
Assessore: «Controlleremo se tra i rifiuti c'è amianto» 

Il video è stato ripreso dalle telecamere private. Si vedono due uomini che aprono il cofano e lanciano spazzatura per strada. «Sono scene a cui assistiamo quotidianamente», lamenta a MeridioNews l'assessore Francesco Coco. Guarda il video

Redazione

Un video di più di due minuti riprende una macchina che arriva in via Capizzi ad Acireale. Due uomini scendono dall'auto, aprono il cofano e cominciano a tirare fuori e lanciare lungo il ciglio della strada - dove c'è già un cumulo di spazzatura - rifiuti di vario tipo, in particolare materiali che sembrano scarti di lavori edili. «Sono immagini riprese ieri da un sistema di videosorveglianza privato», spiega a MeridioNews l'assessore alla Polizia municipale Francesco Coco che, dopo avere ricevuto il video, «ho già segnalato tutto al comando dei vigili urbani che si sono già attivati per individuare i responsabili».

Nella versione integrale delle immagini riprese dalle telecamere di un privato cittadino, del resto, si vede bene anche la targa della macchina. «A scene di questo tipo - lamenta l'assessore - purtroppo assistiamo quasi quotidianamente. È una lotta continua contro l'inciviltà di molti, troppi cittadini». Quando vengono ripresi dalle telecamere, si procede poi a segnalarli e multarli. «In questo caso - conclude Coco - stiamo anche provvedendo a verificare se tra i rifiuti abbandonati per strada ci sia, come pare da una prima visione delle immagini, anche dell'amianto».  

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×