Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Covid, in albergo festa di Pasqua con balli e musica dal vivo
Poche mascherine e distanza, «ma solo per alcuni istanti»

L'evento era riservato ai clienti e l'Ares hotel di San Giovanni La Punta ha puntato sulla pubblicità: pensione completa a 95 euro. In sala l'esibizione di Umberto Grancagnolo e persone che ballano abbracciate. «Sarà stata una svista». Guarda i video

Dario De Luca

Nell'Italia blindata e colorata di rosso per l'emergenza Covid-19, c'è qualcuno che comunque ha organizzato un pranzo al ristorante per festeggiare Pasqua e Pasquetta con musica dal vivo, canti e balli di coppia. Scene di spensieratezza - come non fossimo in piena pandemia - immortalate in diversi video girati in una struttura ricettiva della provincia etnea e trasmessi in diretta attraverso Facebook. I filmati finiti in rete, segnalati alla redazione di MeridioNews, suscitano indignazione per le mascherine abbassate, quando non del tutto assenti, e per il mancato rispetto del distanziamento sociale di coloro che sono stati inquadrati

La due giorni è andata in scena all'interno di una sala dell'Ares hotel, struttura ricettiva al civico 30 di via Carducci a San Giovanni La Punta. Secondo il Dpcm, predisposto dal governo guidato da Mario Draghi per le festività pasquali, gli alberghi erano tra le poche strutture in cui i ristoranti potevano rimanere aperti. Ma soltanto per «i clienti che vi alloggiano». E, proprio per questo, nei giorni precedenti, l'albergo ha pubblicizzato sui social l'evento Happy easter. Dal 4 al 5 aprile, 95 euro a persona in pensione completa con «sorprese e gadget» e la possibilità di sistemazione in camera doppia o matrimoniale. Ad allietare i partecipanti ci ha pensato un servizio di animazione e il cantante Umberto Grancagnolo. L'artista si è esibito con musica dal vivo tra una portata di trofie in vellutata di piselli e speck e un arrosto di capocollo con contorno di funghi porcini. Un menù che prevedeva anche l'antipasto e il tiramisù della casa. In sala diverse persone intente a ballare, cantare e ad abbracciarsi. Una serata danzante, all'interno della struttura ricettiva, si era svolta anche il 7 marzo, alla vigilia della giornata internazionale della donna. Anche in questa occasione, l'ospite era il cantante Grancagnolo.

Dall'albergo, contattato telefonicamente e via email da MeridioNews, fanno sapere di «riservarsi di verificare le immagini» e ribadiscono che le persone presenti «erano tutte alloggiate». «La struttura - aggiungono dalla direzione - controllava le distanze di sicurezza e l'utilizzo dei dispositivi di protezione individuale. Sicuramente - continuano - in questi pochi istanti in cui sono stati fatti i video - concludono - c'è stata una svista da parte del personale. Le persone che ballavano, inoltre, erano indubbiamente congiunti».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×