Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Belpasso, forti rumori vicino a una cabina elettrica
Residenti in strada, ma per l'Enel è tutto in regola

Nella zona della XII Traversa è mancata più volte la corrente. Il disservizio è stato sempre preceduto da quelle che erano sembrate delle esplosioni. Ma dal sopralluogo dei vigili del fuoco e dei tecnici non è emerso nulla. Guarda le foto

Redazione

Quattro forti botti hanno scosso, questa mattina poco dopo le 10, la tranquillità degli abitanti e dei titolari degli esercizi commerciali nel centro di Belpasso. Ai rumori, distanti pochi minuti l'uno dall'altro, ha fatto seguito l'interruzione dell'energia elettrica in via XII Traversa e nelle strade adiacenti. Parecchie le persone che sono scese in strada per capire cosa fosse successo, compreso il personale di una scuola elementare. L'impressione di tutti è che i botti siano partiti dall'interno di una cabina dell'Enel. 

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che, constatata l'assenza di un pericolo immediato, hanno contattato i tecnici della società. Questi ultimi sono arrivati, dopo un'attesa di circa un'ora, e hanno ispezionato l'interno della cabina senza tuttavia riscontrare malfunzionamenti

La presenza di un'altra cabina elettrica - in questo caso di proprietà del Comune e situata nell'area di pertinenza del teatro Nino Martoglio - ha spinto tecnici e uomini del 115 a estendere i controlli. Secondo più testimoni, in seguito ai botti, dalla zona a ridosso delle cabine era fuoriuscito del fumo bianco

Anche in questo caso, però, i controlli non hanno portato a nulla. Per i tecnici dell'Enel la situazione all'interno della cabina comunale era regolare. Fatto questo che ha lasciato perplessi quanti stamani si sono preoccupati per quelle che in un primo momento erano parse delle vere esplosioni. «Non è la prima volta che da queste parti abbiamo problemi con la rete elettrica - denuncia un esercente della zona -. Periodicamente capita che salti la corrente, non sappiamo se sia causato da sovraccarichi di tensione o altro, fatto sta che qualcosa stamattina è successo. Sentire che invece per i tecnici Enel è tutto a posto, non ci lascia sereni».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×