Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Playa, gli alberelli del boschetto sono stati raddrizzati 
«Ho visto le piante e ho cercato un modo per tirarle su»

Thommi Arena ha 16 anni e ogni domenica collabora con i volontari per raccogliere i rifiuti lungo la costa. «Non so perché si trovassero in questo modo, ma mi chiedo perché non siano state segnalate con un cartello», spiega. Guarda le foto

Carmelo Lombardo

Foto di: Legambiente Catania

Foto di: Legambiente Catania

«Avevo saputo che,  dopo essere stati piantati, gli alberelli erano stati divelti. Non so chi sia stato, ma con un altro amico abbiamo pensato di recuperarli». Thommi Arena non è rimasto a guardare. Lui ha 16 anni e, non appena ha saputo che alcune delle 300 essenze del boschetto della Playa erano state abbattute, ha pensato di intervenire. I ceppi erano stati piantati sabato scorso da alcuni volontari insieme all'amministrazione comunale. «Le piante sembravano schiacciate, ma ancora si potevano recuperare - spiega a MeridioNews il ragazzo- Così abbiamo preso delle canne e dei legnetti che erano vicino a noi e abbiamo cercato di tirarle su».

Thommi e gli altri amici collaborano con le associazioni cittadine che si occupano di ripulire la costa catanese ogni domenica. Lui stesso, però, non esclude che qualcuno possa essere salito sopra agli alberelli inavvertitamente. «A dire il vero queste piante da lontano sembravano erbacce - osserva - Non sono state segnalate e mi chiedo il perché. Quindi, probabilmente, qualcuno non le avrà viste. Come è possibile che ci sia stato qualche incivile». 

A segnalare l'accaduto tramite un post su Facebook era stata la sezione cittadina di Legambiente. «Come associazione cerchiamo di piantare alberi più grandi - spiega a MeridioNews la presidente Viola Sorbello - Lo facciamo per evitare che vengano rubati, così come avviene per le piantine con i fiori. Ma anche per evitare che vengano calpestati». «La piantumazione degli alberi e la direzione sul tema che ha preso l'amministrazione è apprezzabile - spiega Davide Ruffino, segretario di Legambiente Catania e referente per l'associazione nella consulta del Verde -. Siamo meno sereni, invece, per quanto riguarda le potature in città. Ancora vengono fatte da personale poco attento e non rispettoso del regolamento del verde pubblico di cui lo stesso Comune è dotato». 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×