Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Incendi a Paternò, per i pompieri l'origine è dolosa
Cittadini coi secchi d'acqua per spegnere le fiamme

I roghi hanno interessato soprattutto terreni incolti ma, in alcuni casi, sono arrivati a lambire le abitazioni e anche un rifornimento di benzina. Nei vari posti, per le operazioni di spegnimento sono intervenuti i vigili del fuoco di Catania. Guarda le foto

Salvatore Caruso

Diversi incendi, che per i vigili del fuoco sarebbero di matrice dolosa, si sono sviluppati oggi a Paternò. Le fiamme, che hanno interessato soprattutto delle aree di terreni incolti, in alcuni casi sono arrivate a lambire le abitazioni e anche un rifornimento di benzina. Nelle operazioni di spegnimento dei vari roghi sono stati impegnati i pompieri di Catania

Nello specifico, poco prima delle 12.30 un incendio si è sviluppato nel quartiere Scala Vecchia: nell'area compresa tra viale Unità d’Italia e la strada che congiunge via Scala Vecchia con via Leoncavallo. In fiamme una vasta zona incolta al cui interno si trovano anche villette e palazzine. Sul posto sono intervenuti gli uomini del 115 dei distaccamenti di Paternò e Catania Nord. I residenti della zona, per evitare che il rogo si propagasse verso le abitazioni, hanno gettato acqua sulle fiamme con secchi e tubi di gomma collegati con l’impianto idrico di casa. L’incendio è stato domato poco dopo le 15. 

Un altro rogo si è verificato poi nel pomeriggio in pieno cento storico. Intorno alle 16,  le fiamme hanno devastato una vasta area incolta tra via Vittorio Emanuele, via Libertà e via Stazione. In questo caso, l’incendio ha lambito un rifornimento di benzina ma anche una palazzina a più piani. A intervenire per spegnere il rogo sono stati gli uomini dei distaccamenti di Paternò e Adrano che hanno lavorato per oltre due ore e mezza, mentre i carabinieri hanno limitato la circolazione veicolare. 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×