Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Belpasso, «forse riusciamo a scongiurare la zona rossa»
Le speranze del sindaco dopo i nuovi dati Covid dell'Asp

«Ci hanno appena comunicato che oggi si contano 16 guariti», annuncia il primo cittadino Daniele Motta alla redazione del gruppo Rmb. Un numero che potrebbe evitare misure ulteriormente restrittive che ieri erano già state prese in considerazione 

Marta Silvestre

Foto di: marta silvestre

Foto di: marta silvestre

«Forse riusciamo a scongiurare la zona rossa». L'annuncio lo ha fatto il sindaco di Belpasso Daniele Motta alla redazione del gruppo Rmb dopo avere ricevuto una mail dell'Asp con i dati relativi ai contagi del nuovo coronavirus. «Ci comunicano che, nella giornata di oggi, si contano 16 guariti. Un numero che potrebbe farci riuscire a scongiurare la zona rossa». Una misura restrittiva che era stata presa in considerazione nel pomeriggio di ieri dal primo cittadino insieme al commissario Covid Pino Liberti

«Nell'ultima settimana - spiega Motta - abbiamo constatato un incremento di casi di Covid-19 in città che ha superato la famosa soglia dei 250 per 100mila abitanti». Il sindaco ha parlato di un aumento di cento casi di contagio. Un numero già più alto della soglia degli ottanta che «ha fatto scattare il livello di allerta». Che, stando ai dati comunicati adesso dall'azienda sanitaria, potrebbe anche rientrare. «Sono dati in aggiornamento - puntualizza Motta - Nel corso della giornata, capiremo se riusciremo a mantenere la situazione attuale». 

Quindi, se il territorio di Belpasso resterà in zona arancione evitando le chiusure di attività commerciali e misure più restrittive per i cittadini. «Già questa mattina - aggiunge il sindaco - ho avuto un incontro con il comandante dei carabinieri e più tardi incontrerò il comandante dei vigili urbani per organizzare controlli più accurati da mettere in campo nell'eventualità dell'istituzione della zona rossa». In giro per il paese, però, si nota l'inosservanza di alcune regole da parte sia dei cittadini che anche di alcuni commercianti. «Con nove vigili urbani e pochi carabinieri, non riusciamo a controllare tutto il vasto territorio di Belpasso - ammette Motta - Ma, in base alla situazione in cui siamo, facciamo un ulteriore appello alla responsabilità di ogni cittadino». 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×