Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Ekipe Orizzonte in crescita: battuta Verona alla Scuderi
La Rosa trascina la Nuoto Catania verso i play off di A2

Fine settimana positivo per la pallanuoto catanese, con i due team che sono scesi in acqua tra venerdì e sabato.Uomini che riescono a riprendere e portare a casa il risultato nonostante qualche calo di concentrazione di troppo. Prosegue la marcia delle donne nel Preliminary round scudetto

Dario Giuffirida

Fine settimana positivo per la pallanuoto catanese, che ha visto in acqua, in ordine cronologico, Nuoto Catania ed Ekipe Orizzonte, tra venerdì e sabato. I rossazzurri sono tornati in vasca sfruttando il week end di riposo della Serie A2 per recuperare il derby contro il CUS Messina, rinviato qualche settimana fa. Kacar e compagni devono scrollarsi di dosso la ruggine accumulata da qualche rinvio di troppo per domare i peloritani, autori di una gara orgogliosa. Sono proprio gli ospiti a partire meglio, aggiudicandosi il primo quarto (3-4) e contenendo la reazione etnea nella seconda frazione, conclusa con un 3-3 che vale il complessivo 6-7 di metà gara. 

Il tiro di rigore sprecato dal catanese Privitera, a inizio terzo tempo, sembra indicare una giornata storta per i padroni di casa, che però reagiscono immediatamente con un La Rosa superlativo, che firma le quattro reti rossazzurre della frazione (saranno 9 personali a fine match), che permettono agli etnei aggancio, sorpasso e allungo per il 10-9 parziale a otto minuti dalla fine. Nel quarto conclusivo gli uomini di coach Peppe Dato resistono all’assalto messinese grazie ai centri di Catania, Privitera e ancora La Rosa, agguantando un successo che avvicina la matematica qualificazione ai play off verso la Serie A1. 

Nel post gara il tecnico rossazzurro commenta così la prestazione dei suoi: «Ciò su cui abbiamo peccato di più è la concentrazione e l’attenzione. Abbiamo commesso troppi errori. Non snobbo le vittorie ma se vogliamo ottenere risultati importanti dobbiamo vincere anche giocando bene come abbiamo fatto finora. Dovremo lavorare sui motivi che hanno determinato tutto ciò». 

Bene anche l’Ekipe Orizzonte, che regola Verona nel recupero della seconda giornata del Preliminary Round Scudetto, imponendosi 14-7. Le ragazze di Martina Miceli blindano il risultato dopo i primi due tempi, conclusi sul 10-3 complessivo. Nella seconda parte del match le etnee possono gestire le energie in vista degli impegni contro Plebiscito Padova e SIS Roma che, tra mercoledì e sabato prossimi, concluderanno questa fase intermedia della stagione pallanotistica di A1 femminile. L’Ekipe aumenta ancora il margine nel terzo tempo, vinto per 2-1. Indolore il 2-3 delle ospiti nell’ultima frazione

Soddisfatta a fine gara la coach etnea: «Abbiamo fatto bene anche oggi, ci stiamo preparando alle sfide più importanti senza fare calcoli. Da ora in poi le partite che giocheremo per noi saranno tutte finali. Lo saranno anche le prossime due, malgrado di fatto non ci sia nulla in palio, e quindi ce le giocheremo al meglio. Sappiamo bene che a prescindere dalla posizione che occuperemo alla fine di questo girone per noi cambierà veramente poco, perchè dopo dovremo comunque vincere contro qualunque avversario ci troveremo davanti, se vorremo raggiungere un determinato obiettivo».

CLASSIFICHE 

SERIE A2 maschile – Girone Sud Nuoto Catania* 21; Copral Muri Antichi e Acquachiara* 13; C.C. Napoli* 12, R.N. Arechi* e CUS Messina 2 

*una gara da recuperare

SERIE A1 femminile Preliminary round scudetto: Plebiscito Padova* 12; Ekipe Orizzonte *9; SIS Roma 4; CSS Verona 1 

*una gara da recuperare

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×