Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Bambino cade in un tombino all'ex palazzo di cemento
Ustioni a una gamba. È stato trasportato in ospedale

Il ragazzino è finito dentro un pozzetto dell'Enel riportando alcune ferite. L'area è stata interdetta e sul posto si sono recati i vigili del fuoco e i carabinieri. L'immobile è stato consegnato alle famiglie soltanto tre mesi fa dal Comune di Catania

Dario De Luca

È caduto dentro un pozzetto dell'Enel dopo avere buttato la spazzatura. Protagonista un bambino di circa otto anni finito all'interno di un tombino che si trova proprio davanti a una rampa d'accesso dell'ex palazzo di cemento, a Librino. Stando alle testimonianze, raccolte sul posto da MeridioNews, il ragazzino era andato a buttare la spazzatura nei cassonetti posizionati a ridosso di viale Moncada e subito dopo si apprestava a fare rientro nell'immobile.

A soccorrerlo è stata una signora che si trovava a passare. Dopo averlo tirato fuori il bambino presentava delle escoriazioni e alcune ustioni a una gamba. Sul posto sono intervenuti gli operai dell'Enel che, almeno per il momento, hanno coperto il pozzetto con una tavola di legno. Dopo l'incidente sono in corso accertamenti per verificare possibili guasti e in via precauzionale tutta l'area è senza corrente elettrica. Il bambino è stato trasportato in ospedale mentre sul posto sono arrivati i vigili del fuoco e i carabinieri. 

Rabbia tra i residenti. Anche perché sono diversi i pozzetti abbandonati nell'area oltre al fatto che il palazzo è stato consegnato a 96 famiglie appena tre mesi fa dopo un lungo progetto di recupero edilizio. Nei giorni scorsi MeridioNews aveva pubblicato un reportage per raccontare come si vive nello stabile un tempo simbolo di abusivismo. «Le periferie continuano a essere nel degrado- spiega a MeridioNews il responsabile disagio abitativo Cgil Dario Gulisano, presente sul luogo - Quanto successo oggi è la dimostrazione di come sia pericoloso vivere in un quartiere abbandonato dalla politica e dalle istituzioni. Oggi è stata sfiorata una tragedia».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×