Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Sant'Agata la Vetere senza macchine parcheggiate
«L'obiettivo è liberare il centro storico dalle auto»

A decidere per la pedonalizzazione è stata la giunta guidata da Salvo Pogliese. «Cittadini e turisti devono godersi le bellezze senza rischi». Tuttavia i problemi di viabilità nella parte antica della città rimangono

Carmelo Lombardo

Foto di: Pagina Facebook Salvo Pogliese

Foto di: Pagina Facebook Salvo Pogliese

È partita la pedonalizzazione dell'area antistante la chiesa di Sant'Agata la Vetere. La decisione che vieterà alle macchine di parcheggiare nell'omonimo slargo, nel quartiere del centro storico, è arrivata su indicazione del primo cittadino Salvo Pogliese e dell'assessore alla Mobilità Pippo Arcidiacono. La chiesa barocca, prima cattedrale di Catania, in cui furono deposte le relique di Sant'Agata, adesso potrà essere ammirata da turisti e cittadini. 

Come fa notare lo stesso Arcidiacono: «Parliamo di una struttura di grande rilevanza per la città, sia sotto il piano artistico che religioso - afferma Arcidiacono a MeridioNews - Per questo motivo chi vuole godersi questi luoghi non può rischiare di fare lo slalom tra le auto o essere investito». Questa, da quanto indicato dalla stessa amministrazione, è soltanto una delle vie che saranno dedicate esclusivamente ai pedoni. «Abbiamo deciso di incentivare la pedonalizzazione del centro storico - continua Arcidiacono - L'area di Sant'Agata la Vetere si aggiunge a via Gemellaro, via Pacini e via Corridoni: l'obiettivo è quello di liberare, man mano, tutto il centro storico dalle auto». 

E se da un lato l'amministrazione cerca di incentivare i pedoni a vivere la città facendo a meno dell'automobile, le strade del centro storico invase dalle auto rimangono ancora tante, così come rimane aperto il problema dei parcheggi, che secondo i cittadini non sarebbero abbastanza. Intanto a dare l'annuncio sulla sua pagina Facebook è stato anche Salvo Pogliese. «L'area di Sant'Agata la Vetere è stata sempre invasa dai parcheggi di auto - scrive il primo cittadino - Insieme a questo provvedimento stiamo predisponendo, sempre sullo stesso punto, l'installazione di una nuova segnaletica. Un provvedimento, questo, sollecitato dal primo Municipio e da numerosi cittadini, assecondando così - conclude Pogliese - anche la mobilità sostenibile».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×