Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Lilt, parte la campagna di prevenzione al melanoma
Esperta: «Controlli necessari per ridurre ogni rischio»

La malattia cutanea è molto diffusa: secondo tumore più frequente negli uomini e il terzo sulle donne. A incentivare le iniziative è la Lega italiana alla lotta ai tumori. «Evitare lampade. No al sole nelle ore più calde», afferma Giuffrida. Guarda il video

Peppe Costa

Foto di: Pagina Facebook Lilt Catania

Foto di: Pagina Facebook Lilt Catania

Con l’arrivo della stagione estiva la nostra pelle sarà maggiormente esposta ai raggi solari. Il mese di maggio accende i riflettori sulla campagna di prevenzione dei tumori cutanei, ponendo l’attenzione su nostri nevi e sul rischio di melanoma. Tutti fuori sì, ma cocchi alle pelle anche perché a causa di eritemi solari, scottature o esposizioni prive di protezione , accenderebbero più di un campanello d’allarme. Una corretta prevenzione è l’arma più valida per combattere e ridurre in modo significativo malattie o ritardare l’evoluzione in maniera grave. «La Lilt dal 1922 dedica senza sosta il proprio impegno a favore della prevenzione – ha dichiarato la dermatologa e volontaria Lilt Giorgia Giuffrida all’interno della rassegna stampa su Radio Fantastica – organizzando delle giornate di prevenzione in forma gratuita. Il melanoma è un tumore cutaneo che deriva dalla trasformazione tumorale dei melanociti.

&t=4s

Spesso il paziente arriva in maniera tardiva». La Lilt (Lega italiana alla lotta ai tumori) in questi anni ha messo l’anima e il cuore a sostegno dei cittadini. Sensibilizzare il territorio attraverso serate informative, convegni e giornate dedicate alla prevenzione aiuta grandi e bambini aiutandoci a vivere migliorando la nostra vita. Da 10 anni ormai il melanoma diventa sempre più minaccioso nella società. Costituisce il secondo tumore più frequente per gli uomini e il terzo per le donne. Si può prevenire il melanoma? «Bisogna ridurre i fattori di rischio – continua – è importante fare dei controlli soprattutto in famiglia se vi sono dei casi. Fattori fenotipici; cute chiara, capelli biondi, rossi, occhi azzurri e lentiggini, senza dimenticare la numerosa presenza di nei. L’utilizzo di radiazioni artificiali attraverso le famose lampade ahimè non fanno bene al nostro corpo».

L’estate è alle porte, ed è facile che molti di noi dopo parecchi mesi di restrizioni dettate dal Covid19 non vedano l’ora di godersi il mare e stendersi al sole. Prima di farlo però stiamo attenti e seguiamo alcune regole. «Bisogna utilizzare dei filtri solari da ripetere ogni due-tre ore ed evitare il sole nelle ore più calde – conclude Giuffrida – utilizzando prodotti certificati e di qualità». La Lilt offre attraverso il sito www.lilt.it un calendario ricco di appuntamenti per prenotare le giornate di screening e le visite presso gli ambulatori Lilt. Il mese di giugno ricorda l’appuntamento per la prevenzione dei tumori maschili e ottobre il mese rosa per la prevenzione del tumore al seno.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×