Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Morte Franco Battiato, il ricordo di Pippo Baudo
«Artista generoso, di esempio per tutti i giovani»

Il presentatore è intervenuto ai microfoni di Radio Fantastica, dove ha raccontato del rapporto del cantautore con la conterranea, collega e amica Giuni Russo. «Era molto legato a lei, questo dimostra quanto fosse sensibile». Guarda il video

Carmelo Lombardo

«La partenza di Franco Battiato non deve essere motivo di rammarico, ma uno stimolo per la vena creativa dei giovani». Pippo Baudo, raggiunto telefonicamente da Radio Fantastica, ha voluto ricordare il cantautore scomparso ieri all'età di 76 anni nella sua casa di Milo, alle pendici dell'Etna. Per il celebre presentatore di Militello in Val di Catania la perdita di Battiato deve essere da monito per le nuove generazioni, «perché si impegnino a studiare, a inventare». Come del resto ha sempre fatto Battiato, che si è sempre distinto per la sua espressione artistica all'avanguardia, frutto di ricerca e innovazione.   

Da parte di Pippo Baudo non mancano i ricordi. Su tutti ce n'è uno legato a Giuni Russo. La cantante palermitana, morta nel 2004 dopo una lunga malattia, che con Franco Battiato ha collaborato per tanti anni. Un anno prima la cantante di Un'estate al mare e Mediterranea, prodotta proprio insieme a Battiato, fece la sua ultima apparizione al Festival di Sanremo con Morirò d'amore. La canzone, scritta già molti anni prima, era stata bocciata. Nel 2002 viene riproposta alla giuria sanremese.

«Franco era molto amico di Giuni Russo - racconta Baudo - Prima del Festival mi ha chiamato per dirmi che Giuni voleva proporre il brano e che purtroppo aveva il cancro». Sentite le parole di Battiato sullo stato di salute di Russo, Baudo non ci pensa due volte ad accettare l'invito di presentare la canzone al Festival del 2003. La canzone si posizionò al settimo posto nella classifica finale, guadagnando la seconda posizione nella classifica stilata dai giornalisti. «Questo dimostra quanto Franco fosse attaccato a Giuni e quanto lui fosse generoso - continua - Giuni stava già male e ricordo che cantò con la cuffia. La canzone era straordinaria». Adesso non rimane che seguire l'esempio del grande cantautore e compositore siciliano. «Non dobbiamo disperdere - conclude Baudo - il suo impegno, la sua cultura e l'amore per la sua terra».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×