Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Pedara, sfilata canina senza mascherine e distanziamento
Spazzatura lasciata nel parco. Assessore: «Provvediamo»

Il concorso di bellezza per cani si è svolto nel pomeriggio di ieri all'interno del parco Angelo D'Arrigo. Sui social sono molte le immagini che immortalano il momento delle foto di rito con persone ammassate senza dispositivi di protezione. Guarda le foto

Marta Silvestre

Cartacce, bottiglie e lattine vuote, sacchetti con dentro ogni tipo di rifiuto e anche qualche ciotola. É quello che resta all'interno del parco Angelo D'Arrigo a Pedara dove nel pomeriggio di ieri si è svolta una sfilata cinofila. Una sorta di concorso di bellezza canino «organizzato da un'associazione a cui il Comune si è limitato a concedere gli spazi», spiega a MeridioNews l'assessore al Turismo Carmelo Mazzella assicurando che l'ente sta già provvedendo alla pulizia dei luoghi. 

«Non è bello quello che è stato lasciato - commenta il componente della giunta - ma gli organizzatori ci hanno informato del fatto di essere riusciti a dare una pulita superficiale alla fine dell'evento perché poi è calato il buio. C'è da dire - aggiunge Mazzella - che, un po' come succede ai concerti, non è facile avere a che fare con molte persone e fare in modo che rispettino i luoghi». E non solo quelli. 

Stando a quanto riferito dall'assessore, all'evento avrebbero partecipato «in tutto, alternandosi, tra le 500 e le 600 persone». Effetto anche del primo fine settimana in zona gialla con un clima già estivo, nelle immagini pubblicate sui social il Covid sembra già un lontano ricordo: mascherine abbassate quando non completamente assenti per foto di rito con persone ammassate dietro i cani sul tavolo in bella mostra.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×