Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Vaccarizzo, trovato un cadavere con foro nella testa
Corpo decomposto. Si pensa a 26enne con precedenti

A indagare sul ritrovamento sono i carabinieri. Le condizioni della salma rendono difficile il riconoscimento, ma si pensa a un giovane arrestato sette anni fa a San Cristoforo e scomparso da qualche tempo

Redazione

Potrebbe essere del 26enne Vincenzo Timonieri il cadavere trovato nella zona di Vaccarizzo, a Catania. Il corpo, in stato di avanzata decomposizione, presenterebbe almeno un foro in testa. Al momento, non è chiaro a quando risale la morte né l'esatta dinamica. Ma il giovane sarebbe scomparso da diversi mesi, almeno da febbraio. Le condizioni del cadavere non hanno reso immediata l'identificazione

In passato, Timonieri è stato coinvolto in fatti di droga. Nel 2014 venne arrestato dai carabinieri in un blitz a San Cristoforo, insieme ad altre 16 persone. I militari colpirono i responsabili dello spaccio tra le vie Alogna, Trovatelli, Trovato e Lava. Due anni dopo, Timonieri venne arrestato nella zona di via zia Lisa, dopo un lungo inseguimento. I carabinieri avevano intimato l'alt a una Mercedes con a bordo cinque persone, tra cui il giovane. Il gruppo però aveva forzato il posto di blocco. A conclusione dell'inseguimento vennero recuperati cinque passamontagna.

Nel 2018, invece, Timonieri fu protagonista di una protesta all'interno del carcere di Bicocca, dopo il rifiuto della direzione di dargli un permesso per potere seguire i funerali del bisnonno. In seguito a quella vicenda venne disposto il trasferimento del giovane in un'altra struttura penitenziaria.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×