Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Muos, l'Uni La Sapienza dà parere negativo
«Tutti gli studi effettuati sono incompleti»

Secondo l'ingegnere Marcello D'Amore, dell'ateneo romano, non sono disponibili dati sufficienti per escludere rischi alla salute derivanti dall'impianto di telecomunicazioni Usa. Lo studioso era stato incaricato dal Tar di Palermo, dove pendono tre ricorsi che vedono coinvolti la Regione Sicilia, il ministero della Difesa e il Comune di Niscemi. Nella relazione si certifica anche che le onde irradiate dalle 46 antenne esistenti hanno superato più volte i limiti di legge. Ma resta l'enigma sul dato della potenza massima delle parabole: 1600 watt secondo i documenti ufficiali su cui si basa anche lo studio de La Sapienza, otto volte meno secondo gli americani

Salvo Catalano

Primo punto: non sono ancora disponibili dati sufficienti per calcolare i livelli di campo elettromagnetico irradiato dalle antenne del Muos, e quindi i potenziali rischi per la salute. Tutti gli studi effettuati fino ad ora sono incompleti. Secondo punto: le misurazioni effettuate negli ultimi anni dall'Arpa Sicilia (l'Agenzia per la protezione dell'ambiente) sulle onde generate dalle 46 antenne esistenti nella base della marina statunitense a Niscemi, sono risultate in numeri casi superiori ai limiti di legge. La relazione dell'ingegnere Marcello D'Amore, dell'Università La Sapienza di Roma, su incarico del Tar di Palermo, mette nero su bianco due principi da cui la discussione sull'impianto di telecomunicazione militare Usa può ripartire. Si tratta di affermazioni importanti, non soltanto per i contenuti, ma anche per la fonte da cui provengono. Un parere super partes espresso a seguito dell'incarico assegnato all'ateneo romano dal Tribunale amministrativo di Palermo.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×