Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Via Eleonora d'Angiò, incidente con un mezzo semi-ribaltato
I residenti: «È un incrocio killer, in pochi rispettano lo stop»

Una Kia Picanto, che a quanto pare viaggiava a velocità sostenuta, è stata urtata - e trascinata, per poi fermarsi su un fianco - da una Lancia. I testimoni: «Abbiamo sentito un primo botto e poi un secondo, lì ci siamo davvero preoccupati". Guarda le foto

Redazione

Ancora un'auto semi-cappottata a Catania. Stavolta però non si tratta di un incidente autonomo, dopo i numerosi casi degli scorsi giorni. Lo scontro tra due mezzi è avvenuto intorno alle 14.30, all'incrocio tra via Calatabiano e via Eleonora d'Angiò. Nonostante una delle auto risulti accartocciata e adagiata sul fianco e l'altra con gli airbag aperti, non si registrano feriti.

La dinamica non è purtroppo nuova ai residenti del quartiere. «Abbiamo spesso segnalato questo incrocio pericoloso, ma nessuno ha mai fatto niente», spiega il consigliere comunale Emanuele Nasca, sul posto in quanto residente in zona. Una Lancia grigia viaggiava su via Eleonora d'Angiò quando, sulla sinistra, una Kia Picanto arancione che saliva da via Calatabiano non avrebbe rispettato lo stop, andando a velocità sostenuta secondo i testimoni. Il guidatore della Lancia ha così impattato i due passeggeri della Kia sul lato destro, spingendo l'auto - rimasta poi sul fianco - sul margine sinistro della strada, subito dopo l'incrocio.

I due passeggeri della Kia - un ragazzo e una ragazza - sono stati portati in ospedale per accertamenti, ma non sarebbero feriti. In particolare, la ragazza sarebbe stata estratta dal mezzo attraverso il lunotto posteriore, a causa della posizione della macchina, con entrambe le portiere danneggiate. «Abbiamo sentito un primo botto e ormai siamo abituati - racconta un residente - Quando però ne è seguito subito dopo un altro, per il ribaltamento, ci siamo preoccupati davvero». Il guidatore della Lancia, dopo un iniziale momento di shock, è rimasto a seguire i rilievi. Sul posto due mezzi dei vigili del fuoco, la polizia municipale e un'ambulanza del 118.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×