Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Morto Ezio Vittorio, era allenatore dell'Amatori Catania
Improvviso malore a 56 anni, in lutto mondo del rugby

Nipote di due pilastri della compagine etnea in passato è stato anche giocatore. Da tecnico ha guidato il team al ritorno nel massimo campionato. Il club lo ha ricordato con un messaggio: «Uomo perbene, una persona splendida e un grande rugbista»

Dario Giuffrida

Il mondo dello sport catanese e siciliano è sotto choc. È di pochi istanti fa la notizia della scomparsa di Ezio Vittorio, coach dell’Amatori Catania rugby. A stroncarlo improvvisamente un infarto, giunto a margine di una discussione avvenuta all'interno della palestra utilizzata dal club.

Cinquantasei anni, una vita sportiva spesa per la compagine biancorossa, prima da giocatore e poi da allenatore. Vittorio era nipote di Nino e Pippo Puglisi, pilastri della squadra catanese tra gli anni ’60 e ’70. Da allenatore ha firmato la cavalcata che ha portato al ritorno dell’Amatori in Serie A, ma gran parte della sua attività era dedicata a tramandare passione e attaccamento al club ed ai suoi ideali ai giovani atleti cresciuti nei settori giovanili.

Il club catanese ha così salutato il proprio coach: «Uomo perbene, una persona splendida e un grande rugbista che ha fatto la storia da giocatore e da allenatore di questo nobile sport. Da coach successi, passione e applicazione, sempre con la grande fierezza di essere semplicemente o fortemente Ezio Vittorio. Un momento di assoluto dolore e l'Amatori Catania Rugby si stringe in un forte abbraccio a tutta la famiglia Vittorio. Sarai sempre il grande Ezio, il gigante buono, il fuoriclasse della palla ovale».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×