Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Asp Catania, sì ad assunzione di 47 nuovi infermieri
«Con la procedura di mobilità ne arriveranno altri»

Le sedi interessate saranno Giarre, Caltagirone, Paternò, Biancavilla, Acireale, Bronte e Militello. Previste assunzioni anche alla Rems di Caltagirone, all'Spdc del Cannizzaro, mentre tre lavoratori saranno destinati alla Medicina penitenziaria

Redazione

In un momento in cui la questione delle carenze di organico nel settore sanitario sono al centro dell'attenzione, con i sindacati in sit-in permanente all'esterno dell'ospedale di Caltagirone, l'Asp di Catania dà la notizia dell'assunzione di 47 nuovi infermieri. I nuovi dipendenti prenderanno servizio il 16 giugno e saranno così dislocati: 12 a Giarre, 10 a Caltagirone, 7 a Paternò, 6 a Biancavilla, 3 ad Acireale, 2 a Bronte e Militello, 3 destinati alla Medicina penitenziaria, e infine uno alla Rems di Caltagirone e uno all'Spdc di Catania-Cannizzaro.

«Abbiamo messo in campo tutti gli strumenti e le procedure selettive, anche di natura straordinaria, per dare stabilità ai servizi e garantire continuità assistenziale - spiega il dirigente generale dell’Asp di Catania, Maurizio Lanza -. Abbiamo puntato
sull’innovazione in modo da semplificare i processi
, soprattutto nell’attuale contesto emergenziale, e siamo già a lavoro per individuare nuove modalità di selezione del personale per rispondere a esigenze specifiche».

«Con queste nuove assunzioni, dal mese di febbraio 2021 ad oggi - si legge una nota dell'Asp - l’Azienda sanitaria ha reclutato 142 nuovi infermieri a tempo determinato, in attesa dell’ormai prossimo completamento delle procedure di mobilità, per il bacino Sicilia orientale, con capofila l’Asp di Catania, attraverso le quali, secondo le previsioni dell’assessorato regionale alla salute, saranno coperti per l’Azienda sanitaria catanese: 118 posti di infermieri e 136 posti di operatori socio-sanitario».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×