Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Adrano, prende a mazzate 23enne che suona clacson
La polizia denuncia per lesioni pregiudicato di 62 anni

A denunciare i fatti è stata la vittima che alcune sere fa si trovava in via Catena. Impaziente ha cercato di invitare chi lo precedeva a lasciargli la strada libera. Ma il conducente è sceso dall'auto e lo ha aggredito

Redazione

Ha preso a colpi di mazza un 23enne e la sua auto, dopo che il giovane gli aveva fatto fretta mentre era alla guida. Questo il movente che ha portato un 62enne di Adrano a compiere, alcune sere fa, l'aggressione. I fatti sono accaduti in via Catena.

A denunciare i fatti è stata la vittima. Il 23enne ha raccontato di avere suonato il clacson e lampeggiato con gli abbaglianti, per convincere l'uomo che gli stava davanti a farlo passare. Dal canto suo il 62enne, che si trovava al volante di una Fiat 500, ha deciso di fermare l'auto e, dopo avere preso la mazza di ferro, ha iniziato a colpire il lunotto posteriore della vettura in cui si trovava il giovane. I colpi avrebbero raggiunto la stessa vittima dell'aggressione che tuttavia è riuscita a divincolarsi e fuggire. 

Dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza installate nella zona, gli agenti hanno ottenuto elementi sufficienti a confermare la versione del 23enne. Adesso il 62enne, che è risultato pregiudicato, deve rispondere di lesioni personali gravi e di danneggiamento.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×