Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Calcio Catania, la situazione sembra a un passo dal baratro
Entro lunedì fideiussione con un impegno da 500mila euro

Le bocche restano cucite ma gli scenari sono tristi: Sigi dovrebbe garantire metà della somma necessaria per avere oltrepassato il tetto degli ingaggi. Misura che difficilmente sarà accettata dalla Lega Pro. Intanto, si teme la fuga di diversi giocatori e del mister

Antonio Costa

In casa Calcio Catania restano tutti con le bocche cucite, ma è ormai chiaro che la situazione sembra a un passo dal baratro. La frase infelice accostata a un socio Sigi nei giorni scorsi, quando avrebbe detto durante una riunione che non sarebbe stato un problema se la squadra rossazzurra avesse affrontato il campionato con la formazione Primavera sembra essere diventata un vero spettro per il club.

La proprietà della società etnea adesso si trova non solo alle prese con il pagamento degli stipendi dei tesserati non rispettato per la mensilità di giugno, ma anche con l’obbligo di presentare entro la giornata di lunedì una fideiussione che prevede un altro sostanzioso impegno economico di quasi 500mila euro, per aver oltrepassato il tetto degli ingaggi.

Secondo quanto trapela, pare però che la Sigi presenterà un documento con cui garantirà la metà della somma necessaria e questo difficilmente sarà gradito e accettato dai vertici della Lega Pro che, a quel punto, si troverà tra le mani una patata bollente da gestire in vista del nuovo campionato di serie C, al via il 29 agosto.

Gli scenari quindi sembrano davvero tristi e adesso c’è il timore che dalla rosa inizino a scappare diversi giocatori, che potrebbero essere seguiti a ruota da mister Francesco Baldini. Una situazione sempre più delicata che non lascia indifferente il gruppo che si allena duramente da oltre due settimane nel ritiro di Torre del Grifo, ma adesso non sa più se il lavoro fatto fino a oggi sia servito realmente a qualcosa.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×