Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Belpasso, un vasto incendio minaccia pure le palazzine
Persone rimaste chiuse in casa. Stalle e auto in fiamme

Un rogo enorme minaccia abitazioni e strutture di campagna. Una bombola è esplosa e macchine sono state distrutte. Sul posto pompieri, carabinieri e uomini della protezione civile e del corpo forestale. Guarda il video e le foto. In aggiornamento

Dario De Luca

Un vasto incendio è in corso in questo momento a Belpasso, vicino allo stadio San Gaetano, tra la via Seconda traversa, via Terza traversa e via Retta di Ponente. Le fiamme sono partite da alcune sterpaglie e adesso minacciano anche case e palazzine

Alcune persone, al momento, sono impossibilitate a lasciare le proprie abitazioni a causa delle fiamme e del fumo molto denso. Il rogo ha interessato anche diverse stalle, in un caso gli animali sono stati portati fuori dai proprietari. Stando a quanto emerso finora, si tratterebbe di un incendio di matrice dolosa.

Una bombola è esplosa e i roghi hanno travolto anche alcune macchine. In particolare, una Chevrolet è stata distrutta dalle fiamme. Il timore, adesso, è che possa esplodere. Sul posto è in corso l'intervento da parte dei vigili del fuoco. Impegnati anche i carabinieri e gli uomini della protezione civile e del corpo forestale. Le operazioni di spegnimento sono complesse e i mezzi dei pompieri si stanno rifornendo di acqua tramite l'autobotte della protezione civile di Belpasso. Intanto, sono in arrivo anche mezzi di rinforzo da Catania. Le fiamme hanno minacciato anche due dei capannoni in cui vengono realizzati i tradizionali carri di Santa Lucia della parrocchie Matrice e Sant'Antonio. Intanto è divampato un secondo rogo nella strada statale 56/II. I vigili del fuoco stanno provando a spegnerlo, per poi dirigersi in un terzo rogo che si è sviluppato più a sud. 

A intervenire è la squadra dei pompieri del distaccamento di Adrano, con il personale di Paternò che è impegnato in altri interventi. I vigili del fuoco, adesso, chiedono alla Regione che vengano aggiunte le squadre boschive al personale dei pompieri già esistente. «Il lavoro per i vigili del fuoco in questo momento è a dismisura - afferma Carmelo Barbagallo, coordinatore regionale del sindacato Usb - Chiediamo alla Regione che attivi il servizio con urgenza».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×