Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Roghi dolosi distruggono terreni di Emanuele Feltri
«Non è rimasto nulla, dieci anni di vita buttati via»

L'imprenditore, in passatto destinatario di diverse intimidazioni e il cui caso finì all'attenzione del Parlamento nazionale, esclude che la responsabilità possa essere data i pastori. «Erano con me a provare a spegnere le fiamme»

Redazione

«È finito tutto, dieci della mia vita, andate a fanculo». C'è rabbia nel messaggio video pubblicato da Emanuele Feltri, imprenditore agricolo del Paternese. Ieri più incendi hanno distrutto le campagne che da anni Feltri coltiva. «Non è rimasto niente, niente - dice -. Né i 150 ulivi di 300 anni né quelli piantati quando è nata mia figlia, le galline bruciate, il cane Ciccio pieno di ustioni. A stento - continua - sono riuscito a spegnere la casa e a spostare il trattore e qualche mezzo».

I roghi molto probabilmente sono stati di natura dolosa. «C'erano almeno sette incendi in quattro contrade contemporaneamente - denuncia Feltri - Nonostante ci fossero quattro tagliafuoco di quattro metri attorno alla collina, non è bastato». L'imprenditore, in passatto destinatario di diverse intimidazioni e il cui caso finì all'attenzione del Parlamento nazionale, esclude che la responsabilità possa essere data i pastori. «Non si dica che siano i pecorai, perché erano con me a spegnere il fuoco e anche loro hanno subito danni», ha aggiunto Feltri.

La notizia degli ingenti danni subiti dai terreni dell'imprenditore è circolata sui social network e già ieri è stata indetta una raccolta fondi su GoFoundMe. Quello di Feltri è soltanto l'ultimo caso di roghi che in questo inizio d'estate hanno colpito la Sicilia, distruggendo ettari di vegetazione e colpendo anche diverse riserve naturali.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×