Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Paternò, ancora fiamme vicino all'oasi Ponte Barca
Stesso punto di due giorni fa, sarebbe «doloso»

Continua a bruciare il verde nei pressi della cittadina etnea. Il rogo si è sviluppato poco dopo le 14.30. Fiamme hanno avvolto un’area caratterizzato da un canneto, nonche area incolta e fondi agricoli coltivati ad agrumeti e uliveti

Salvatore Caruso

Ancora incendi nei pressi dell’oasi di Ponte Barca a Paternò. A distanza di 24 ore dall’ultima devastazione che ha interessato diversi ettari di terreno (canneti e agrumeti), registratesi nel pomeriggio di martedì nei pressi di contrada Ponte Barca e Nicolò, ecco che oggi pomeriggio un altro rogo (per gli uomini antincendio intervenuti sul posto si tratterebbe di un atto doloso) ha divorato altri ettari di terreno. Un vasto incendio che ha interessato la zona compresa tra Ponte Barca e Pietralunga

Il rogo si è sviluppato poco dopo le 14.30. Fiamme hanno avvolto un’area caratterizzato da un canneto, nonche area incolta e fondi agricoli coltivati ad agrumeti e uliveti. Sul luogo dell’incendio sono intervenuti i vigili del fuoco di Catania , uomini della protezione civile di Paterno e Misterbianco, nonche un elicottero della forestale che ha effettuato una serie di lanci con l’obiettivo di fermare l’avanzata delle fiamme. Solo nel tardissimo pomeriggio la situazione era sotto controllo. Ieri le squadre antincendio sono state impegnate su più fronti visto che gli incendi si sono sviluppati in punti diversi e distanti tra loro. 

L’area interessata ai roghi delle ultime 24 ore non è nuova a incendi simili; circa 10 giorni addietro un vasto incendio ha distrutto oltre 1000 ettari di terreno e oltre 80 aziende agricole e di allevamento sono andate distrutte o danneggiate. Sabato scorso gli agricoltori della zona avevano organizzato un’assemblea pubblica per denunciare i fatti e chiedere aiuto alle istituzioni locali e regionali.. Visti i continui incendi L’amministrazione comunale di Paterno nei giorni scorsi ha presentato una denuncia contro ignotii e ha chiesto alla prefettura di Catania una convocazione di un tavolo tecnico che coinvolga tutte le parti interessate alla vicenda .

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×