Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

PuliAmo Catania, se la foto non basta
Uno pseudo-evento mascherato da notizia

L'evento che sabato scorso ha visto in prima fila il sindaco Enzo Bianco nel raccogliere i rifiuti in piazza Federico di Svevia, ha il sapore di una mossa comunicativa abusata e poco efficace. «Le photo opportunity - a Catania si potrebbe dire una fotografia fatta ppi faccia lavata - hanno solo lo scopo di far gasare il politico in posa e quei pochi altri uomini dell’entourage», oltre che rafforzare «il frame comunicativo del centrodestra catanese che da anni ha etichettato Bianco come Enzo ‘a ciurara». Riprendiamo l'analisi del politologo Mario Grasso, dal blog Cannoli e politica

Mario Grasso

Vedere il sindaco di Catania Enzo Bianco in posa (con tanto di ramazza tra le mani) per una fotografia con assessori, operai dell’ufficio ecologia del Comune e gli operatori della aziende private che gestiscono la raccolta dei rifiuti a Catania fa riflettere su una mossa comunicativa abusata e poco efficace.

Abusata perché ormai le photo opportunity, a Catania si potrebbe dire una fotografia fatta ppi faccia lavata, ovvero le foto scattate per avere un ritorno mediatico dell’evento, hanno solo lo scopo di far gasare il politico in posa e quei pochi altri uomini dell’entourage.

Oggi azioni del genere hanno acquisito una connotazione negativa perché si rifanno a degli pseudo-eventi attentamente pianificati, spesso mascherati come notizie. Nascono negli Stati Uniti, ai tempi di Nixon (anche se già Roosevelt negli anni ’30 ne fece uso a causa della sua malattia che lo costrinse sulla sedia a rotelle).

Poco efficace in termini di consenso, perché non risulta credibile rispetto alla storia del personaggio politico. Anzi, rafforza il frame (la cornice di significato) comunicativo del centrodestra catanese che da anni ha etichettato il sindaco Bianco come “Enzo ‘a ciurara”.

Poco credibile, perché sporcarsi le mani dall’oggi al domani non risulta efficace agli occhi dei cittadini catanesi se chi la compie non ha un impegno concreto alle spalle. E soprattutto se non ha un folto gruppo di persone che al suo fianco strappa erba, raccoglie cicche di sigaretta e bottiglie di plastica.

Poco chiara se c’è una testata che esalta una grossa partecipazione di cittadini all’evento e un altro quotidiano che invece testimonia l’esatto opposto. Qualcosa non funziona.

Purtroppo, i cittadini possono essere compiaciuti di vedere un primo cittadino all’opera (per quanto tempo ancora?) per il bene della sua città, ma la partecipazione attiva della popolazione non ha mai visto un lungo seguito dietro le spalle di politici. Ne sa qualcosa anche l’attuale primo cittadino di Aci Castello che in questi anni ha puntato su questo tipo di iniziative ma con scarsi risultati in termini di consenso.

Forse c’è qualche pacca sulle spalle dagli amici stretti, qualche applauso dei passanti distratti. Ma niente più. Quali sono le priorità per i cittadini catanesi? Lavoro, sicurezza, viabilità, agevolazioni sulle tasse, giusto per citarne alcune. PuliAmo Catania rientra in quel tipo di iniziative che fanno parte dell’ordinaria amministrazione. Perché è un’azione quotidiana quella di ripulire le strade, i giardini e gli altri luoghi pubblici. Quindi, cari catanesi, occhio agli annunci e ai proclami di azioni politiche che dal punto di vista mediatico sembrano eccezionali, ma in realtà non lo sono.

Vai al blog di Mario Grasso, Cannoli e politica.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×