Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Calcio Catania, cambio al vertice del Cda di Sigi
Gaetano Nicolosi presidente al posto di Ferraù

Il consiglio d'amministrazione della società che detiene le quote del club rossazzurro registra qualche modifica. L'ormai ex presidente passa nel ruolo di consigliere. Intanto si guarda agli svincolati

Antonio Costa

Foto di: sabrina malerba

Foto di: sabrina malerba

La sessione estiva di calciomercato si è chiusa ufficialmente da poco più di ventiquattro ore, ma Calcio Catania e Sigi sono ancora al lavoro su più fronti per cercare di reperire risorse utili alla sopravvivenza del club.

Nelle ultime ore, proprio all’interno della SpA che detiene la proprietà della società rossazzurra è arrivato un rimodulamento dei ruoli in seno al Cda. L’avvocato Giovanni Ferraù lascia infatti la carica di presidente per incompatibilità con la sua attività professionale e al suo posto subentra Gaetano Nicolosi, maggiore azionista di Sigi. Al suo fianco, in qualità di consiglieri, lo stesso Giovanni Ferraù, Riccardo Salice, Giovanni Palma e Luigi Aliquò.

Smentiti invece i rumors trapelati nel pomeriggio sull’ingresso di Angelo Maugeri nel Cda. Intanto per il Calcio Catania arrivano buone notizie dal tribunale, che ha rigettato il ricorso d'urgenza presentato da Givova in merito all’interruzione del rapporto contrattuale deciso nelle scorse settimane dalla società rossazzurra, che in questa stagione ha scelto Nike come nuovo sponsor tecnico, in virtù della collaborazione con Linea Oro Sport, rivenditore ufficiale dell’azienda americana. Per Givova è così arrivata anche la beffa, con la condanna al pagamento delle spese processuali. 

Si attendono inoltre ancora sviluppi sul fronte del calciomercato, perché la dirigenza del club è sempre in cerca di un difensore, che naturalmente potrà pescare solo tra gli svincolati. In tanti hanno paventato l’ipotesi di un ritorno al Catania di Dario Bergamelli, che ieri ha risolto consensualmente il suo contratto con la Ternana. Il difensore di Alzano Lombardo non è però mai stato cercato dalla dirigenza etnea ed è ormai in procinto di vestire la maglia del Novara, nel campionato di Serie D.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×